badante ladra di Meta di Sorrento condannata a pulire cimitero a Vico Equense ma forse è stata incastrata

0

Badante ladra di Meta condannata a pulire il cimitero a Vico Equense, ma forse è stata incastrata. La badante di 45 anni, M.C., di cui avevamo parlato in un precedente articolo, aveva rubato in penisola sorrentina durante uno dei suoi lavori con l’associazione “Il Pellicano”. La refurtiva pare ammontasse a dieci euro, ma gli anziani lamentavano altri furti analoghi avvenuti in precedenza. Il Giudice, come riporta Metropolis oggi, l’ha condannata a pulire i cimiteri per evitare un anno di carcere con pena sospesa. In redazione è giunta una mail (il cui autore preferisce mantenere l’anonimato),  in seguito alla notizia, pubblicata in anteprima da Positanonews e poi riportata da altre testate come da comunicati della Polizia; nell’email si afferma che la donna è stata incastrata per altri motivi e per una storia poco chiara. Essendo una persona che conosciamo e fidata riportiamo questa sua opinione nonostante una sentenza sfavorevole che potrebbe però essere appellata a Torre Annunziata tribunale di Appello della provincia di Napoli competente in Campania, ma al momento in giudice ne ha accertato la colpevolezza. In ogni caso succede che le badanti si approprino di monete altrui per un motivo o per un altro, cose di poca tenuità, ma sono, strano ma vero, soprattutto persone del posto e non straniere ad essere state finora individuate.  E’ chiaro che noi non riteniamo la badante una criminale ma abbiamo fatto cronaca come riportata da fonti ufficiali; il tenore della vicenda non è tanto grave da far crocifiggere una persona ma neanche rientra nella legalità e normalità secondo quando riscontrato dalla giustizia.

LEGGI SCORRENDO LE NEWS PENISOLA SORRENTINA PRECEDENTI O CLICCA QUI PER ARTICOLO ARRESTO