Piano di Sorrento. Intervista a Peppe Servillo e Luigi De Maio dei Solis al Teatro delle Rose. VIDEO

0

Emozione pura quella provata ieri ascoltando gli arpeggi dei Solis al Teatro delle Rose, con il grande Peppe Servillo che con la ‘passione’, la bravura e la simpatia che lo contraddistingue ha donato cultura partenopea e divertimento al pubblico presente. Applauditissimo il nostro concittadino Luigi De Maio al violino. Segue video intervista (Anna Laudati)  

Talento nostrano quello dei Solis String Quartet Vincenzo Di Donna (Violino), Gerardo Morrone (Viola), Luigi De Maio (Violino) e Antonio Di Francia (Cello). Il gruppo, nato nel 1991, si contraddistingue per l’aver mescolati insieme diversi generi musicali dal jazz al world music, pop e musica contemporanea. “Spassiunatamente” è il concerto presentato ieri, 9 marzo, al teatro delle Rose di Piano di Sorrento, realizzato con “passione”,  in collaborazione con PEPPE SERVILLO, un’omaggio alla cultura e alla canzone classica Napoletana, una rilettura raffinata, e al contempo popolare, di brani classici che vanno da Raffaele Viviani a Libero Bovio, da E. A. Mario fino a Renato Carosone. 

“Un’avventura nuova ed appassionata”, così Peppe Servillo, ha definito il nuovo progetto iniziato con i Solis String Quartet ai microfoni di PositnoNews, “Proprio in questi giorni stiamo registrando un disco, frutto dei concerti che abbiamo portato in tour in circa un anno”.  “Spassiunatamente – ha dichiarato Luigi De Maio, violinista – lo stiamo registrando con Peppe Servillo al Solis, il nostro studio di registrazione che si trova a Torre del Greco, ai piedi del Vesuvio, simbolo della napoletanità”. “Abbiamo registrato tutto come si faceva una volta e presto partiremo con un tour in teatri nazionali ed internazionali”, Probabile una loro prossima ospitata ad Amici.