NAPOLI CAGLIARI,I PRECEDENTI.DIRIGE IL MATCH BRIGHI DI CESENA -LE FORMAZIONI UFFICIALI

0

 

NAPOLI-CAGLIARI (ORE 20.45) — Napoli: Mazzarri ha sciolto gli ultimi dubbi e deciso di confermare Campagnaro con Fernandez destinato dunque alla panchina. Rientrano Aronica in difesa, Zuniga sulla fascia destra ed Inler in cabina di regia. Davanti, spazio a Pandev in luogo di Cavani che beneficerà di un po’ di riposo. Tra i convocati anche il giovane Dezi. (g.m.) 
Cagliari: Ballardini non rinuncia a Cossu e Agostini, anche se ancora non al meglio. In attacco la coppia sarà Nené-Thiago Ribeiro, ma il tecnico non ha ancora sciolto il dubbio e in corsa ci sono anche Larrivey e Ibarbo.

 

NAPOLI (3-4-1-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Zuniga, Gargano, Inler, Dossena; Hamsik, Lavezzi; Pandev. A disposizione: Rosati, Fernandez, Fideleff, Maggio, Dezi, Cavani, E. Vargas, Ammendola. All. Mazzarri

 

CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Canini, Astori, Agostini; Dessena, Conti, Nainggolan; Ekdal; Larrivey, Ibarbo. A disposizione: Avramov, Ariaudo, Perico, Cossu, Ceppellini, Nenè, Ribeiro. All. Ballardini

 

Napoli-Cagliari, i precedenti. Arbitra Brighi di Cesena

 

Le 33 edizioni in casa del Napoli:
(nel 2001/02 si giocò a Cava de’ Tirreni)
26 in serie A, 4 in serie B e 3 in Coppa Italia

19 vittorie del Napoli
10 pareggi
4 vittorie del Cagliari
46 gol del Napoli
20 gol del Cagliari

L’ultima vittoria del Napoli
2-1 il 20 marzo 2011
4’ s.t. Cavani (rig) (N), 11’ s.t. Acquafresca (C), 16’ s.t. Cavani (N)

L’ultimo pareggio
0-0 il 25 aprile 2010

L’ultima vittoria del Cagliari
0-2 il 26 agosto 2007
4’ s.t. Matri (C), 14’ s.t. Foggia (rig) (C)

L’ARBITRO

Christian Brighi di Cesena, 38 anni, è alla decima stagione nella Can di A e B.
L’esordio in serie A in Sampdoria-Siena 2-1 del 7 dicembre 2003
Vanta 95 presenze in serie A e 96 in B

I sette precedenti con il Napoli:
due vittorie, quattro pareggi e una sconfitta

21 dicembre 2002: Napoli-Venezia 1-1
23 gennaio 2004: Napoli-Verona 2-2
24 aprile 2004: Napoli-Atalanta 0-0
25 novembre 2007: Napoli-Catania 2-0
16 novembre 2008: Atalanta-Napoli 3-1
11 dicembre 2010: Genoa-Napoli 0-1
16 gennaio 2012: Napoli-Bologna 1-1

COSI’ QUEST’ANNO:
12 presenze in serie A
7 vittorie interne
4 pareggi
1 vittoria esterna

4 rigori
2 espulsione
50 ammonizioni
361 falli fischiati

 

Con Chievo-Inter e Napoli-Cagliari (ore 20.45), scatta di venerdì la ventisettesima giornata di serie A. Ecco nel dettaglio le ultime dai campi.

Joel Obi, 20 anni, parte titolare. Forte
Joel Obi, 20 anni, parte titolare. Forte

CHIEVO-INTER (ORE 20.45) — Chievo: Di Carlo non recupera Sardo, infortunatosi nel prepartita del match con la Juventus, ma c’è Pellissier, che sarà il terminale offensivo dei gialloblù, supportato da Théréau e uno fra Sammarco e Moscardelli, col primo favorito. A centrocampo titolare Luciano, Hetemaj verso la panchina. (a.d.p.) 
Inter: In vista dell’impegno di Champions League Ranieri non rinuncia a capitan Zanetti, mentre si accomoda in panchina Cambiasso con Obi. In campo Maicon esterno basso, Poli a centrocampo. Alvarez non convocato: c’è Sneijder con Forlan e Milito. A Verona è arrivato Massimo Moratti.

PALERMO-ROMA (SABATO ORE 20.45)— Palermo: Munoz parte dall’inizio al centro della difesa. Perché oltre a Silvestre anche Migliaccio deve dare forfait a causa di una condizione fisica precaria per via dell’influenza. In avanti Ilicic potrebbe lasciare il posto a Zahavi come rifinitore dietro al tandem d’attacco. L’altro dubbio a metà campo, dove Della Rocca si contende una maglia con Bertolo, favorito, anche se si gioca una chance Acquah. (f.v.)
Roma: Totti si è allenato col gruppo. Ma resta l’emergenza per Luis Enrique, che deve fare a meno di Osvaldo, Cassetti e Stekelenburg squalificati e Burdisso, Juan e Pjanic infortunati, oltre a Taddei non al meglio (problema a un polpaccio). Simplicio favorito su Marquinho a centrocampo, José Angel esterno basso e i due Primavera Ricci e Piscitella in panchina. (a. pug.)

ATALANTA-PARMA (DOMENICA ORE 15) — Atalanta: Brighi e Denis sono tornati a lavorare col gruppo, dunque gli indisponibili restano gli infortunati Lucchini, Stendardo e Tiribocchi, oltre allo squalificato Marilungo. In difesa Peluso potrebbe essere accentrato al fianco di Manfredini e in tal caso l’escluso sarebbe Ferri. Ma la soluzione provata in settimana non è detto che sia definitiva. Da valutare anche l’attacco dove crescono le quotazioni di Carrozza alle spalle di Denis a scapito di Gabbiadini. (gu. ma.).
Parma: Buone notizie per Roberto Donadoni: Floccari e Marques sono tornati a lavorare con il gruppo. Il tecnico del Parma, tuttavia, deciderà solo domani se mandarli in campo dal primo minuto. Attualmente la soluzione più probabile per entrambi è la panchina. Si è invece fermato Daniele Galloppa: per lui risentimento muscolare: al suo posto Valiani. Ci saranno Musacci a centrocampo e Lucarelli in difesa, in attacco a questo punto dovrebbe andare ancora Okaka accanto a Giovinco. (p. razz.)

Alessio Cerci, 24 anni. Forte
Alessio Cerci, 24 anni. Forte

CATANIA-FIORENTINA (DOMENICA ORE 15)— Catania: Con Almiron squalificato, Montella dovrebbe schierare Ricchiuti a centrocampo, ma in queste ore salgono le quotazioni di Llama. Nel 4-3-3 riprende il suo posto in difesa Legrottaglie ed è confermatissimo il tridente d’attacco Gomez-Bergessio-Barrientos. Montella dovrà ancora rinunciare, oltre che a Potenza, anche a Campagnolo e a Biagianti. (g. f.) 
Fiorentina: Rossi deve fare a meno di Jovetic e Kroldrup, infortunati, oltre agli squalificati Behrami e Nastasic. Il tecnico viola dovrebbe quindi tornare alla difesa a quattro con Gamberini (al rientro) e Natali coppia centrale, Pasqual a sinistra ed uno fra Cassani e De Silvestri a destra. Dubbi risolti a centrocampo dove Olivera e Kharja giocheranno accanto a Montolivo verrà confermato. Probabile il ritorno dal primo minuto di Cerci e Vargas a supporto dell’unica punta Amauri. (g. sard.)

CESENA-SIENA (DOMENICA ORE 15) — Cesena: A meno di 48 ore dalla sfida con il Siena, probabilmente l’ultima spiaggia per il Cesena, Beretta non sa quanti e quali giocatori avrà a disposizione. Guana e Von Bergen sono k.o. per due micro fratture, Comotto, Parolo e Pudil sono squalificati, Iaquinta, Mutu e Santana sono usciti malconci dal recupero di mercoledì e neppure oggi si sono allenati. Santana, che ha corso a parte, dovrebbe recuperare, Iaquinta e Mutu rischiano invece di dover dare forfait: domattina la decisione. (al. bur). 
Siena: Un solo dubbio per Sannino: in attacco Bogdani leggermente favorito su Calaiò. Per il resto probabile conferma della squadra che ha battuto il Cagliari. (a.l.)

GENOA-JUVENTUS (DOMENICA ORE 15) — Genoa: Riecco Gilardino, che parte titolare accanto a Palacio in attacco contro la Juventus. L’argentino continua a lavorare a parte ma non ci sono dubbi sul suo impiego. Sculli ha lavorato a parte anche il venerdì, limitandosi a qualche corsa sulla pista d’atletica. Ma dovrebbe farcela e mettersi a disposizione di Marino. Se Sculli non ce la fa, è pronto Mesto. (f. gam.) 
Juventus: Conte deve gestire l’emergenza in difesa, contro i rossoblù spazio alla coppia inedita Caceres-Vidal al centro della difesa, con Lichtsteiner e De Ceglie esterni. A centrocampo ballottaggio Marrone-Giaccherini accanto a Pirlo e Marchisio, davanti l’unica certezza è Vucinic, al centro testa a testa tra Borriello e Matri, con Pepe a destra.(a.m.)

MILAN-LECCE (DOMENICA ORE 15) — Milan: Come previsto, nessun recupero dall’infermeria per la sfida col Lecce di domenica pomeriggio. Qualche rientro (Seedorf, Maxi Lopez e Boateng) dovrebbe concretizzarsi per Parma (sabato della settimana prossima), ma intanto Allegri lavora con quello che ha. Mexes, che deve scontare la seconda delle tre giornate di squalifica, sarà sostituito da Bonera. In avanti Emanuelson torna dietro le punte, che saranno Ibra e Robinho. Aquilani, autore di un buono spezzone di gara a Londra, partirà dalla panchina. Gattuso dovrà attendere ancora per essere convocato: Rino è fisicamente ok, ma la trafila burocratica che lo riguarda non è ancora del tutto conclusa. (m. pas.) 
Lecce: Tornano a disposizione di Cosmi Bertolacci e Miglionico. Bojinov in campo al posto dello squalificato Di Michele. Con Cuadrado infortunato, Cosmi dovrebbe schierare Blasi. Squalificati Delvecchio, Di Michele e Tomovic, in difesa rientra Oddo e resta il dubbio Esposito-Miglionico. (m.e.)

LAZIO-BOLOGNA (DOMENICA ORE 20.45) — Lazio: Terzo posto da difendere con l’ennesima partita giocata in emergenza. Panchina quasi interamente composta da giocatori della Primavera e squadra fatta dallo staff medico: Gonzalez improvvisato esterno basso, Garrido ancora terzino sinistro, si cerca di recuperare in extremis Zauri e Rocchi, ma solo sabato si saprà se sarà possibile. Per il resto stessa squadra che ha vinto il derby con la Roma, con Diakité al posto dello squalificato Biava centrale accanto a Dias. (s.cie.) 
Bologna: Acquafresca è tornato in gruppo con un tutore a protezione dell’anulare destro fratturato. Ci sarà. Lavoro a parte per Morleo e Loria, che non sono disponibili per domenica. Out anche Gimenez (stiramento al bicipite femorale della coscia sinistra). Non ci sarà Perez squalificato: al suo posto spazio a Taider.

NOVARA-UDINESE (DOMENICA ORE 20.45) — Novara: Tesser ha recuperato Garcia dalla distorsione alla caviglia sinistra che ne metteva in dubbio la presenza con l’Udinese. L’argentino è pronto a scendere in campo da titolare in una difesa a tre con Centurioni (favorito su Paci) e Lisuzzo. Tesser dvrebbe proporre un 3-5-2 con il giapponese Morimoto che insidia il posto a Jeda. (g. mad.) 
Udinese: Si profila un’altra esclusione per Dusan Basta, laterale destro già escluso in Europa League. Il serbo non si è allenato il venerdì. A Novara Guidolin ritroverà a disposizione i vari Barreto, Torje e Fernandes, con quest’ultimo probabile innesto in mediana al posto di Pazienza. Abdi si è allenato: andrà in panchina. (s.m.)

Gasport