Nigeria, ostaggio italiano ucciso in un blitz . VIDEO CHOC

0

CLICCA VIDEO PER VEDERE LE IMMAGINI SCONSIGLIATE AI MINORI . David Cameron ha comunicato in una telefonata a Mario Monti la tragica conclusione di un’operazione delle forze di sicurezza nigeriane con quelle britanniche, per liberare gli ostaggi sequestrati a Birkin Kebin. L’operazione si è purtroppo tragicamente conclusa con l’uccisione degli ostaggi: l’italiano Franco Lamolinara e Cristopher Mc Manus. Una notizia che ha sconvolto l’Italia intera e anche la Costiera amalfitana penisola sorrentina e Campania di cui si occupa Positanonews

Il Presidente del Consiglio Mario Monti, si legge in una nota diffusa da Palazzo Chigi, ha ricevuto questo pomeriggio, sull’aereo che lo riportava a Roma da Belgrado, una telefonata del Primo Ministro britannico David Cameron, che gli ha comunicato la tragica conclusione di un’operazione condotta dalle forze di sicurezza nigeriane, con il sostegno operativo di quelle britanniche, intesa a liberare gli ostaggi sequestrati il 12 maggio 2011 a Birkin Kebin, l’italiano Franco Lamolinara e il britannico Cristopher Mc Manus.

L’operazione si è purtroppo tragicamente conclusa con l’uccisione degli ostaggi avvenuta, secondo la ricostruzione britannica, ad opera dei sequestratori. Cameron ha espresso a Monti profondo cordoglio per la vittima italiana, rammaricandosi del drammatico esito dell’iniziativa militare decisa dalle autorità nigeriane e britanniche nella convinzione che questa fosse l’ultima finestra di opportunità per salvare la vita degli ostaggi. Dal momento del sequestro le autorità italiane avevano seguito la vicenda in stretto collegamento con quelle britanniche. Nelle ultime ore si è verificata un’accelerazione imprevista e, nel timore di un imminente pericolo di vita per gli ostaggi, l’operazione è stata avviata autonomamente dalle autorità nigeriane con il sostegno britannico, informandone le autorità italiane solo ad operazione avviata. Il Presidente del Consiglio, anche a nome del Governo, esprime commossa partecipazione al generale cordoglio e sentimenti di profonda solidarietà ai famigliari per la tragica scomparsa dell’Ing. Franco Lamolinara.

”L’operazione” in Nigeria che ha portato alla morte degli ostaggi Chris McManus e Franco Lamolinara ”è stata avviata autonomamente dalle autorità nigeriane con il sostegno britannico, informandone le autorità italiane solo ad operazione avviata”. Lo si legge in un passaggio della nota diffusa da Palazzo Chigi. Nell’operazione sarebbero stati coinvolti tra 16 e venti commando delle Sbs britanniche, le special boat service’. Lo scrive il Daily Telegraph. Tutte le forze britanniche sono tornate incolumi. Le Sbs sono una unita’ dell’esercito specializzate in operazioni anfibie. La famiglia di Chris McManus e’ ”devastasta” dalla notizia, ma non recrimina contro l’operazione ordinata oggi dal primo ministro David Cameron: ”Sappiamo che tutto quel che poteva essere fatto e’ stato fatto”, hanno detto.