Marina di Camerota, Corsa del mito con grandi ospiti

0

Camerota,
attraverso l’associazione ‘Tuttinsieme’, propone nuovamente il lancio per il
turismo sportivo nel Cilento il 14 e 15 aprile con l’ appuntamento ‘La Corsa del
Mito’ giunta alla sua terza edizione, grandi ospiti per una due giorni fuori dal
comune.
Madrina della kermes 2012, una donna che per vent’anni è stata la
più veloce d’Italia, la pluripremiata campionessa dell’atletica leggera, Marisa
Masullo, altrimenti conosciuta come la ‘pantera’(171 cm. per 55 chili) o come fu
definita dai cronisti sportivi la ‘Mennea in gonnella’, detentrice ancora
dell’imbattuto record italiano dei 60 m con 7’’19 ottenuto agli Europei indoor
di Budapest nel 1983

. A questo grande nome della rosa degli ospiti di
questi tre anni si aggiunge quello di un altro grande sportivo, che è ancora
oggi uno dei calciatori più conosciuti al mondo, grazie ad una eccezionale
carriera come portiere durante la quale ha vinto tutto: due scudetti, Coppa
Italia, Coppa delle Coppe, Coppa dei Campioni, Coppa Uefa, Supercoppa Europea e
Coppa Intercontinentale, oltre ad aver vestito varie volte la maglia di portiere
della Nazionale Italiana di calcio, il bianconero Stefano Tacconi.
La prima
giornata della Corsa del Mito con il tolk show dedicato a Tacconi e alla Masullo
e il cabaret a sorpresa di ‘Colorado Cafè’ insieme alla gara podistica del
giorno 15 aprile, inserita in un circuito naturalistico mozzafiato, è nel
complesso lo spettacolo che si prefigge la valorizzazione delle bellezze
ambientali di un territorio fuori da ogni schema e asservito da lunghe spiagge
che affiancano e rendono unico il tracciato podistico di 13 chilometri.
La
competizione, che si prospetta di grande effetto, avrà inizio con l’ormai
storico taglio del nastro di partenza nella piazza di Palinuro, gli atleti
arriveranno nell’ospitale porto della cittadina di Marina di Camerota accolti al
traguardo dai visitatori, dagli ospiti di onore, dai cittadini, per i
festeggiamenti e la premiazione, con un fotofinish sul fenomeno della forza
umana, misteriosa e straordinaria, che muove muscoli e volontà, per fermare
negli scatti ciò che sfugge agli occhi dei più, per registrare il momento della
vittoria dei più tenaci tra i sorprendenti atleti presenti e per arricchire
sempre di più l’ormai sostanzioso album dei ricordi di questa importante
manifestazione della Corsa del Mito.
condensato da giornaledelcilento.it

Lascia una risposta