Piano di Sorrento Gargiulo sotto accusa ma sui parcheggi non sbaglio. Il WWF hai salvato parcheggi illegali

0

Piano di Sorrento. Tutti si scagliano contro l’assessore Maurizio Gargiulo, considerato reo per aver proposto una delibera che, secondo le opposizioni, poteva favorire boxlandia, ma Gargiulo si difende e prende anche le distanze da Piano Futura ma, mentre gli piovono addosso le tegole del mistero delle fiduciarie per i parcheggi interrati (società di cui non si conoscono i titolari destinatarie di autorizzazioni, ndr), il WWF solleva l’accusa che Gargiulo che con la delibera in questione avrebbe potuto salvare parcheggi illegali. Questo è avvenuto in margine al convegno sull’urbanistica che si è tenuto sabato a Vico Equense con un incontro-confronto con Claudio d’Esposito del WWF Penisola Sorrentina, il primo a individuare nella proliferazione dei parcheggi un pericolo per il territorio. “La mia delibera era più restrittiva” – ha replicato sul punto Claudio d’ Esposito – “sulla precedente delibera c’erano già dei ricorsi, se la delibera veniva annullata anche i parcheggi autorizzati su quella base potevano essere considerati illegali”. Insomma un vero e proprio guazzabuglio normativo. “Difendo il mio operato – insiste Gargiulo – questa amministrazione Ruggiero non è come la precedente perchè ci sono io e le delibere non me le faccio dare confezionate ma le studio prima di proporle e farle applicare”. Dall’altra parte resta, per gli ambientalisti, l’incongruenza di appartenere ad un’amministrazione che ha proposto varie opere impattanti con Piano Futura. “Non è detto che condivida quelle proposte, sono servite in campagna elettorale per creare un pò di fumo negli occhi, non sono assolutamente dalla parte dei costruttori senza scrupoli, ma poi non mi dite che non servono parcheggi per risolvere i problemi del traffico, che proposte fate?”. Pronta la replica. “C’è piazza Mercato dove non si distruggerebbe il verde e sarebbe funzionale”. “Ci vogliono anni e cosa facciamo nel frattempo?”. E il WWF replica: “Abbiamo aspettato anni, possiamo ancora aspettare…”. Insomma, due posizioni che divergono ma con Gargiulo che manifesta la sua idea di non voler prestare il fianco agli speculatori, fatto sta che la materia è complessa e intricata e gli interessi in gioco sono enormi e quindi anche un politico esperto potrebbe non riuscire a decifrarli con chiarezza… come staranno le cose lo vedremo…