Maiori costiera amalfitana allarmi rifiuti

0

Maiori, costiera amalfitana. Allarmi rifiuti. La ditta che si occupa della raccolta della spazzatura non paga i dipendenti e il prelievo dell’immondizia procede a singhiozzo. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Antonio Della Pietra, ha dunque convocato oggi i responsabili della ditta per una soluzione. Domenica scorsa, quando a Maiori in costa d’Amalfi era in programma l’ultima giornata del carnevale e il paese era affollato da tantissime persone provenienti da ogni parte della provincia, i sacchi contenenti i rifiuti sono rimasti per strada, alla bella vista di tutti, per l’intera giornata. Un biglietto da visita poco edificante, nonostante i maioresi paghino una tassa elevata per il servizio di raccolta differenziata “porta a porta”, entrato in funzione l’anno scorso. A detta del Comune, comunque, la responsabilitá sarebbe da ascrivere unicamente alla societá che ha ottenuto l’affidamento del servizio, la quale, nonostante riceva puntualmente il canone mensile, che ammonta a più di 100mila euro, non corrisponderebbe ai netturbini le spettanze mensili. A loro volta gli operatori ecologici, non ricevendo lo stipendio, per rivalsa sulla ditta e, soprattutto, per rivendicare i loro sacrosanti diritti, non svolgerebbero compiutamente la loro opera, scioperando a sorpresa e restando in un perenne stato di agitazione, coinvolgendo così anche gli incolpevoli cittadini. Proprio per risolvere l’intricata matassa che, a lungo andare, rischia di trasformarsi in un vero e proprio boomerang, l’amministrazione comunale ha convocato i responsabili della ditta per confrontarsi. L’incontro si svolgerá oggi e tutti si augurano che si riesca a trovare un punto d’incontro e, in particolare, che vengano risolte le controversie tra proprietá e dipendenti. Anche perché tra non molto prenderá il via la stagione turistica, la maggior parte delle strutture ricettive si risveglierá dal letargo invernale e il paese sará frequentato da tanti vacanzieri. E, conseguentemente, aumenterá anche la produzione di spazzatura e, dunque, improvvisi inconvenienti nel prelievo dell’immondizia potrebbero non solo rappresentare una pessima pubblicitá per Maiori, ma anche determinare seri problemi igienici. Gaetano de Stefano