SORRENTO ESPOSTO SULLE LUMINARIE DI NATALE

0

 Il Dirigente responsabile Dott. Antonino Giammarino che con determinazione n. 1330 del giorno 9/11/2011 ha affidato alla ditta aggiudicataria della gara pe la fornitura e posa in opera di addobbi luminosi per un importo di euro 149.744,28, ritiene di applicare quanto previsto dal capitolato d’appalto per l’affidamento di cui sopra? , per quanti anni ancora ritiene che noi cittadini abbiamo il dovere di pagare lavori che le ditte non eseguono?. Infatti le sagome di legno che riprendono i caratteri architettonici dei fabbricati non sono state mai rimosse da anni e per quanto è possibile capire, sembra che paghiamo regolarmente  per la rimozione e la posa in opera delle stesse, non rispettando qunto previsto nel capitolato d’appalto di cui in seguito.

 
CAPITOLATO SPECIALE D’APPALTO PER LA FORNITURA IN USO E POSA IN OPERA DI ADDOBBI LUMINOSI “M’ILLUMINO D’INVERNO IV EDIZIONE”                             

                                            ART. 2  

  Caratteristiche tecniche principali
Il progetto prevede un complesso di arredi e addobbi luminosi che possano valorizzare la città, i caratteri architettonici dei suoi fabbricati e delle sue zone più rappresentative, non trascurando le strade che attraversano le varie numerose frazioni che costellano il territorio comunale.
PIAZZA TASSO:
La Torre dell’Orologio e tutti gli edifici che circondano la Piazza saranno illuminati con fili e sagome di legno rigide dipinte di bianco e lampade mignon bianco latte, che riprenderanno i caratteri architettonici quali cornicioni, marcapiani, vani dritti o ad arco, in orizzontale e verticale                            

                                                               

                                  O M I S S I S

                                    ART. 12
                                Inadempienze

La ditta aggiudicataria sarà tenuta a risarcire la stazione appaltante del danno causato da ogni inadempienza. Per quanto attiene al danno derivante dal ritardo nell’adempimento, esso è determinato, quale pena convenzionale, nella misura di euro 300,00 per ogni giorno di ritardo rispetto alla tempistica indicata al precedente articolo 1.
In ogni caso il totale complessivo delle penalità non potrà essere superiore al 10% del valore netto di contratto. In caso di mancata rimozione e/o asportazione della fornitura entro la data del 30.01.2011, la stazione appaltante si riserva la facoltà di applicare una penale del 20% rispetto alla quota residua che rimane da erogare a tale data.                                                                   

Fiducioso che le Autorità a cui è indirizzata l’allegata denunzia intervengono per porre fine ai tanti sprechi di denaro pubblico.

 

AL SIG. PROCURATORE CAPO DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA

                                        PRESSO IL TRIBUNALE DI TORRE                             ANNUNZIATA  

 

                                                     ALLA SPETT.LE TENENZA DELLA GUARDIA DI FINANZA

                                                                            DI MASSA LUBRENSE

 

                                                                            AL PRESIDENTE DELLA CORTE DEI CONTI

                                                                            VIA PIEDIGROTTA N.  63  80122 – NAPOLI                                                                                                                      

 

 

                      

Oggetto: Esposto-denunzia. “ M’illumino d’inverno IV edizione” – Addobbi luminosi. – Affidamento.

 

 

 

          Il sottoscritto Enrico Aprea, nato a Massa Lubrense il giorno 11 genaio 1949 e residente a Sorrento al Corso Italia 176, espone quanto segue:

 

con determinazione n. 1330 del 09.11.2011 del Dirigente del 1° Dipartimento del Comune di Sorrento, che si allega, è stato affidato alla ditta Tecno Service Illuminazioni Soc. Coop. La fornitura e posa in opera di addobbi luminosi  per il progetto “ M’illumino d’inverno IV edizione “, secondo le modalità previste dal capitolato speciale d’appalto, che si allega, per una spesa complessiva di euro 149.t44,28.

           Dalla lettura del suddetto capitolato speciale d’appalto si evince che la fornitura e posa in opera dei vari elementi di addobbi luminosi è finalizzata alla valorizzazione della città, evidenziando i caratteri architettonici dei fabbricati esistenti nelle zone più rappresentative.

          Infatti, la Torre dell’orologio,  tutti gli edifici che circondano piazza Tasso, i monumenti e fabbricati di particolare rilevanza architettonica “ SARANNO “ illuminati con fili  e sagome di legno  rigide dipinte di bianco e lampade mignon bianco-latte che “RIPRENDERANNO “ i caratteri architettonici  di cornicioni, marcapiani e vani diritti o ad arco.

Anche le alberature della stessa piazza Tasso “SARANNO” riccamente illuminate da lacci di lampade mignon di colore bianco-latte. Tale fornitura dovrà essere rimossa e/o asportata entro la data del 30.01.2012, come previsto dall’art. 12 del suddetto capitolato. ( errata corrige 30.01.2011 ).

          Poiché la fornitura di cui sopra risulta posta in opera da più anni e mai rimossa, come si può facilmente constatare, il sottoscritto chiede alla S.V. di voler accertare  se nel bando di gara è stato previsto e quindi pagato il costo della posa in opera e rimozione di una fornitura  non  eseguita, perché già in opera e con  uno spreco di denaro pubblico.

          Chiede, inoltre, di accertare se la rinuncia di partecipazione al bando di gara comunicata in tempi strettissimi ed addirittura a mezzo telefax da parte delle altre 5 ditte invitate, come si evince dal verbale di gara, che si allega, non sia stata determinata proprio da tale anomalia determinando un mancato eventuale risparmio di denaro prodotto da più offerte concorrenziali.

Si allega:

1)      Determinazione n. 1330 del 09.11.2011

2)      Capitolato speciale d’appalto

3)      Verbale di gara.

 

Sorrento 17.02.2012                                                                                   con osservanza