S.Agnello/ Sagristani contro Orlando, il sindaco mistifica la realtà

0

Riceviamo e pubblichiamo.

Caro direttore, ho letto sul tuo giornale e sui vari Blog l’ultimo maldestro e umoristico tentativo del Signor Orlando di mistificare la realtà, di trasformarsi da carnefice a vittima sacrificale, di voler dare ad intendere che a Sant’Agnello ci siano presunte intimidazioni simil camorristiche ai danni degli Assessori!

Leggendo tutto ciò mi è venuto in mente un antico proverbio napoletano che così recita: “Il bue dice che l’asino ha le corna” ed ancora il famoso detto “tutti ladri nessun ladro!”

Infatti cercare di dare a me o a forze occulte la responsabilità del proprio totale fallimento amministrativo è semplicemente patetico e offensivo nei confronti dei cittadini stessi che ben conoscono Orlando! Mistificare la realtà paragonando i miei inviti pubblici ad Assessori e Consiglieri Comunali ad abbandonare questo Sindaco dannoso per S.Agnello, ad essere chiari nelle scelte e non ambigui, ad avere una posizione netta nei confronti del suo operato di Sindaco dagli stessi Assessori ritenuto scadente, chiarire agli Assessori attuali che lo stare fino all’ultimo minuto con un sindaco, condividerne le scelte lesive per la città e abbandonarlo all’ultimo minuto utile è un atto di slealtà, riprovevole e offensivo verso i cittadini stessi, e non di certo un’intimidazione ma un ritorno all’etica e alla moralità della politica ! Comunque se Orlando ritiene realmente che a S.Agnello ci sono forze occulte che intimidiscono , penso che sia giusto che richieda al più presto l’intervento della Magistratura e della Commissione d’accesso che faccia luce su tutto ciò sentendo i vari Amministratori oltre naturalmente Me! In queste sedi si potrà verificare anche se a S.Agnello viene applicato come giustamente auspica il Procuratore Generale Cafiero De Raho il decalogo dell’Amministratore trasparente soprattutto quando dice testualmente: ”chi ha incarichi nell’amministrazione è legato ad un patto d’onestà e trasparenza, deve quindi astenersi dal compiere atti che possano portare a se stessi o a propri parenti entro il 4° grado o a congiunti interessi o guadagni” E si potrà anche fare luce e definitiva chiarezza sugli studi professionali di geometri che in totale conflitto d’interesse fanno pratiche edilizie a S.Agnello, in totale contrasto con il D.L. 18 – 08 – 2000 n.ro 267 che all’art. 78 (Doveri e condizione giuridica), Comma 3 testualmente recita:” I Componenti la Giunta Comunale competenti in materia di Urbanistica, di edilizia e lavori pubblici devono astenersi dall’esercitare attività professionale in materia di edilizia privata e pubblica nel territorio da essi amministrato, . Sugli studi di Avvocati legati ad Amministratori comunali che anch’essi in conflitto d’interesse seguono coloro che commettono abusi edilizi a S.Agnello ricorrendo contro il Comune stesso, sui patrimoni e redditi prima durante e dopo il mandato di tutti gli Amministratori, sulla liceità degli Amministratori comunali di organizzare e partecipare con parenti, affini alle costruende cooperative edilizie con interferenza anche su annessi appalti e sub appalti dei lavori, sul bando in itinere per la costruzione della nuova scuola con il leasing costruendo, sulle presunte varianti al P.I.P. su cui alcuni cittadini asseriscono di aver ricevuto rassicurazioni dall’Amministrazione, sui motivi del ritardo dell’appalto della gara dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani a S.Agnello, che determinerà proroghe di dubbia legittimità. E su tante altre cose ancora! E allora purtroppo ci faremo un sacco di risate!

Spero che il Sindaco Pro-Tempore nell’esercizio delle sue funzioni chieda al più presto l’intervento della Magistratura e della Commissione d’accesso per verificare le presunte intimidazioni e naturalmente tutto ciò! Altrimenti anche se in contrasto al mio stile e al mio modo di essere perché sono convinto che sia il popolo sovrano in libere elezioni ad eleggere e mandare a casa chi amministra, per il bene di S.Agnello e per il ripristino della legalità nella nostra città sarò costretto a farlo Io!

 

Piergiorgio Sagristani