Centoquarantaparole (e oltre)…da Uniti per Controne

0

 

COSA DIRE? NULLA, IL FESTIVAL HA UN FASCINO ANTICO E ANCHE UNA COMUNITA’ MONTANA..IN QUESTO PERIODO DI CRISI ITALICA, HA FATTO UNA SCELTA, GIUSTA O SBAGLIATA CHE SIA, E’ UNA SCELTA DETTATA DALL’ATTUALE DIRIGENZA, MAGARI LA GENTE LA PRENDERA’ MALUCCIO, MA SAI..IL FESTIVAL E’ IL FESTIVAL..NON CI PIOVE..

Ci giunge notizia che una delegazione della Comunità Montana sia partita per una “faticosissima” missione.

Il faticoso lavoro prevede una tappa a Sanremo (ricordiamo che in questi giorni c’è il Festival) e una tappa a Milano.

 

Recuperiamo la determina e leggiamo:

 

“che a dette manifestazioni è opportuno che la comunità montana partecipi attraverso i propri rappresentanti istituzionali, i responsabili del progetto e l’addetto stampa in modo da poter presentare direttamente i contenuti e gli eventi previsti dall’iniziativa”

 

manca qualcuno??? vogliamo portarci anche il gatto, il canarino, zio rocco e donna assunta?

 

Ecco i costi analitici del FATICOSO LAVORO DI RAPPRESENTANZA (per chi non volesse crederci, in allegato trovate la determina)

 

pernottamento (hotel 1/2 pensione) 3.125 €

 

soggiorno (pranzo) 750 €

 

noleggio auto 1000

 

spese di viaggio 333,97

 

spese spostamenti interni 150

 

spese generali gestione attività 803,85

 

utile 535,90

 

TOTALE (IVA COMPRESA) 8.150,45

 

Consentiteci tre domandine:

 

1. è normale, in periodo di crisi, spendere tutti questi soldi?

 

2. è normale, in periodo di crisi, partire con tante persone?

 

3. è normale, in un periodo di crisi nerissima per tanti operai dell’ente, spendere tutti questi soldi?

 

Non sappiamo quando questi signori/e rientreranno in ufficio, speriamo non siano particolarmente stanchi…..sappiano comunque che il gruppo di “Uniti per Controne” sarà lieto di offrire loro un caffè, per lo sforzo compiuto nel rappresentare la nostra terra in luoghi così lontani,scomodi e poco accoglienti.