Vietri sul mare abuso a Lloyd´ Baia Hotel

0

Vietri sul mare, costiera amalfitana costa d’ amalfi Salerno . Mariella Sportiello Maxiblitz dei carabinieri di Vietri sul Mare che hanno sequestrato una struttura abusiva fatta realizzare da Maria Marinelli, titolare del Lloyd’s Baia hotel, accanto all’albergo. Una colata di cemento armato e intelaiature di acciaio, eretta in prosecuzione dell’albergo, proprio al di sotto della statale 18. A seguito di una serie di controlli, i carabinieri della stazione di Vietri, coordinati dal maresciallo Gerardo Ferrentino, hanno posto i sigilli ad un fabbricato di circa quattrocento metri quadrati che una ditta collegata al gruppo Marinelli stava costruendo sotto gli occhi di tutti. Una struttura complessa che, per dimensione e tipologia di intervento, avrebbe potuto ospitare una nuova ala dell’albergo. I carabinieri, a seguito di un sopralluogo, hanno richiesto le dovute autorizzazioni edilizie ed urbanistiche a Maria Marinelli, ma la donna ha dovuto ammettere di non esserne in possesso. Così sono scattati i sigilli alla struttura da parte dei militari dell’Arma, che hanno denunciato la donna all’autorità giudiziaria per violazione delle norme sull’edilizia. Infatti la struttura è stata costruita senza alcun rilascio di autorizzazioni in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico e soprattutto, ad alto rischio idrogeologico. Un vero e proprio scempio sotto gli occhi di tutti, visibilissimo sia dalla statale 18 che da via Ligea e che ha portato alla devastazione del costone roccioso che rientra nel Comune di Salerno. Un costone altamente pericoloso per il rischio frane, come avvenuto qualche anno fa, quando una valanga di roccia e alberi precipitarono sulla piscina sottostante il Baia e solo per miracolo, si evitò la tragedia. Ora una possente struttura di cemento armato, costruita senza autorizzazioni lungo il costone, poteva trasformarsi nell’ennesimo mega abuso edilizio, come tantissimi altri che flagellano la costiera amalfitana. La ditta che ha edificato la costruzione, riconducibile al gruppo Marinelli, titolare del Baia, ha prima preparato l’area, disboscandola e mettendola in sicurezza, poi è passata a robustissimi muri di contenimento con una pesante intelaiatura in acciaio. «Riteniamo che il sequestro sia avvenuto su volumi tecnici adibiti a caldaia, per cui riteniamo di non aver compiuto alcuna violazione – fanno sapere dal gruppo Marinelli – ci rimettiamo alla decisione dell’Autorità Giudiziaria e in quella sede, dimostreremo la nostra posizione». Frattanto, sono scattati i sigilli alla struttura e i carabinieri di Vietri hanno denunciato Maria Marinelli, legale titolare del Lloyd’s Baia hotel per violazione della legge edilizia. Il blitz che ha portato al sequestro della struttura accanto al Baia rientra nell’ambito di una vasta operazione antiabusivismo portata avanti dai carabinieri della stazione di Vietri. I militari stanno controllando attentamente il rilascio delle autorizzazioni e le costruzioni che vengono edificate sul territorio vietrese, così da impedire il perpetrarsi di violazioni ambientali e paesaggistich (Il Mattino)