Facciamo nascere il Carnevale della Costiera Amalfitana!!!

0

Sono passati decenni dal primo carnevale targato costa d’Amalfi e mille notti hanno visto il lavoro di ragazzi, ragazze, giovani e meno giovani del territorio. Insieme hanno collaborato alla costruzione dei carri allegorici, alle coreografie dei balletti ed a tutto ciò che indossa una maschera. Amalfitani, ravellesi, conchesi, tutti hanno cercato di portare avanti una tradizione che in costiera amalfitana nasce negli anni del dopoguerra. Un evento che ha coinvolto tutto il territorio spostandosi da paese a paese fino al 2012 quando molti vi hanno rinunciato. La divisione infatti dimezza visibilità e forza. La situazione da chiarire è che ogni realtà nasce con una specifica vocazione e ogni location si presta ad un suo utilizzo. Minori ha il Gustaminori, Scala ogni anno incontra New York, Ravello ci delizia con i concerti del Ravello Festival e Tramonti ci delizia con le sue sagre. Cetara ci incanta con il suo tonno, Positano con le sue sfilate, Vietri con Villa Guariglia, Praiano con la Luminaria di San Gennaro, Furore con il Marmeeting e Conca con la sagra della Sfogliatella. Atrani a Natale diventa un presepe, Agerola ha la sagra del fiordilatte e Amalfi ci sostiene tutti con la sua storia, il capodanno bizantino e la stupenda regata. Tante differenze di un singolo prodotto: LA COSTIERA AMALFITANA. Quindi non sentiamoci ospiti dei piccoli comuni vicini ma parte integrante di un progetto unico. Prodotto da valorizzare e condividere. Il campanilismo e le divisioni sono storia passata, nel 2012 siamo tutti abitanti di un territorio che comprende il mare di Positano e quello di Vietri, le colline di Agerola e quelle di Scala e Tramonti. I nostri primi cittadini hanno già intrapreso questa strada da più di un anno inanellando vari successi sia sul piano amministrativo sia sul piano di visibilità extracampana. Quindi chiedo alle persone che tengono a questo splendido territorio di far parte di questo progetto. Il 18, 19, 21 e 26 portate le vostre maschere, le vostre creazioni ed i vostri bambini sul lungomare di Maiori che per l’occasione diventerà il lungomare della costiera amalfitana. Facciamo crescere una manifestazione che deve essere della costiera e non di un singolo paese. Sperando che il prossimo anno per la 40° edizione tutti partecipiate attivamente alla crescita di un carnevale della costiera amalfitana.

L’amministrazione comunale, le associazioni locali ed i costruttori saranno felici di ospitarvi affinché questa splendida tradizione finalmente si innalzi al suo dovuto splendore. Nel 2012 travestiti per cambiare qualcosa che nel 2013 sarà anche tuo!!! A tutti i residenti in costiera, l’unione fa la forza e la diversità aiuta a crescere.

Ciao A.D.B.