CAPRI. Funicolare e bus, no all´abolizione delle tariffe ridotte per i residenti e no alla card elettronica

0

“Sippic e Atc, le aziende che sull’isola di Capri gestiscono servizio di funicolare e di autobus, hanno annunciato l’abolizione dei biglietti cartacei a tariffa ridotta per i residenti. Chi risiede sull’isola sarà costretto a munirsi di una card elettronica al costo di 6 euro per poter continuare a usufruire delle agevolazioni, in caso contrario dovrà acquistare i tagliandi a tariffa turistica. Chiediamo di conoscere se quanto stabilito dalle società concessionarie sia stato approvato e deliberato da Regione, Provincia e Acam e se tale condotta sia conforme alle convenzioni d’esercizio pubblico sottoscritte tra le parti”. E’ quanto afferma il presidente dell’Associazione Nazionale Liberi Consumatori, Gaetano Simeoli, che oggi ha inviato un esposto al presidente della giunta regionale della Campania Stefano Caldoro, al presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro e al direttore generale dell’Acam Sergio Negro chiedendo un loro intervento per il ripristino del sistema di bigliettazione a tariffa ridotta per i residenti sull’isola di Capri. Sotto accusa la “rivoluzione” annunciata dalle aziende che a Capri gestiscono il servizio di trasporto pubblico su gomma e su rotaia. “Attualmente – ricorda Simeoli – per poter viaggiare su autobus e funicolare sull’isola sono in vigore due sistemi tariffari: il biglietto di corsa semplice costa 1,10 euro per i residenti e 1,80 euro per i non residenti. Dal primo marzo prossimo le aziende concessionarie elimineranno il biglietto cartaceo per i residenti che, per poter continuare ad usufruire delle agevolazioni, dovranno acquistare una card al costo di 6 euro su cui sarà possibile caricare stock di biglietti a tariffa ridotta. Chiediamo – conclude il presidente dell’associazione – un immediato intervento al fine di ripristinare il precedente sistema di bigliettazione, non obbligando il consumatore a dover comprare la card ma lasciando in vigore il biglietto residente anche senza card”.

CAPRINEWS INFORMATORE POPOLARE