Zio uccide nipote: trovata pistola a salve modificata dell´omicida

0

 

È stato fermato per omicidio volontario Alfio Lo Giudice, il 53enne che ha ucciso il nipote Maurizio Di Mauro PALERMO – È stato sottoposto a fermo per omicidio volontario da parte dei carabinieri Alfio Lo Giudice, il 53enne che ha ucciso il nipote Maurizio Di Mauro mercoledì 8 febbraio a Linguaglossa. L’uomo era stato in un primo momento indagato in stato di libertà. La Procura di Catania ha poi deciso di verificare la sua ricostruzione dei fatti e cioè di avere agito per legittima difesa, in quanto la pistola era impugnata dal nipote e il colpo è partito durante una colluttazione. A incidere sull’attendibilità dell’indagato il ritrovamento di una pistola a salve modificata, detenuta illegalmente, trovata da carabinieri della compagnia di Randazzo in un locale in uso da Lo Giudice. L’arma non è quella del delitto, che non è stata ancora trovata, ma la vicenda ha spinto la Procura di Catania a disporre il fermo nei suoi confronti per omicidio. La Procura ha disposto l’autopsia e si appresta a chiedere al Gip la convalida del fermo.

FONTE CORRIERE DEL MEZZOGIORNO