Meta. Domani consiglio comunale su tragedia Costa Concordia pro Schettino

0

Meta. Domani alle 15 consiglio comunale pro Schettino. La tragedia della Costa Concordia all’isola del Giglio in provincia di Grosseto in Toscana ha colpito la penisola sorrentina in provincia di Napoli in Campania per la campagna mediatica contro il comandante Schettino visto come l’emblema dell’Italia peggiore. L’amministrazione Trapani ha inteso difenderlo ed agire nei confronti dei media per un’operazione che ritengono denigratoria.

All’ordine del giorno una mozione avanzata dalla minoranza, al fine di manifestare cordoglio per le vittime della Costa Concordia e sostegno morale al comandante Francesco Schettino e alla sua famiglia. Il tragico evento presso l’Isola del Giglio vede fortemente coinvolta la comunità metese, alla quale appartiene il Comandante della nave naufragata. “La campagna mediatica – si legge nella richiesta dei Consiglieri comunali – fortemente diffamatoria della condotta del comandante ed offensiva per l’intera marineria locale, ha impietosamente giudicato l’operato dell’ufficiale, emettendo una sentenza di condanna prima ancora che la giustizia, nel cui operato confidiamo pienamente, faccia il suo corso ed individui tutte le responsabilità e tutti i soggetti cui esse responsabilità vanno ricondotte. La gogna mediatica, cui la marineria metese insieme al Comandante Schettino è stata esposta, tende a demonizzare un nostro concittadino, da tutti conosciuto e stimato, membro di una famiglia perbene, di antiche radici metesi e marinare. La famelica – aggiungono – quanto ossessiva e spesso palesemente pilotata ricerca di informazioni ad effetto, nel diffondere un quadro distorto della realtà locale, crea motivi di disordine pubblico e di danno di immagine alla nostra città”. Per tutto ciò la mozione a firma di: Antonella Viggiano, Gianfranco D’Alessio, Marialaura Gargiulo, Daniele De Martino e Antonino Russo hanno proposto al Consiglio Comunale che esprima voti di profondo cordoglio e sentita partecipazione al dolore per le vittime della sciagura e di vicinanza morale alle famiglie colpite dal tragico evento; esprima solidarietà e sostegno morale al comandante e all’uomo Francesco Schettino ed ai suoi familiari, comprendendo la portata del dramma umano che essi stanno vivendo; al fine di contrastare l’onda mediatica diffamatoria dell’intera marineria metese e peninsulare, dia indirizzi al Sindaco affinchè ponga in atto le iniziative da lui reputate necessarie per il riscatto della dignità e dell’immagine dell’intera comunità locale agli occhi del mondo, dalle quali possa evincersi come Meta e la penisola sorrentina, terra di navigatori e di armatori, abbiano fornito da secoli alle flotte navali ufficiali e marinai di alto profilo professionale e di grande esperienza lavorativa; garantisca sin d’ora il pieno appoggio e l’esposizione personale e istituzionale di ogni consigliere comunale, in quelle iniziative che il Sindaco riterrà di porre in atto per la finalità su espressa.