ARRESTATO MENTRE RUBA I CAVI FERROVIARI.

0

Avevano organizzato tutto fin nei minimi dettagli. Una vera e propria squadra di 3 guastatori, dove ognuno aveva il suo compito: tagliare, raggruppare e caricare su camionetta i cavi di rame tranciati dalla linea ferroviaria Battipaglia / Potenza / Taranto. Alle 00.30 del 02.02.12, nottetempo, nonostante il gelo si erano messi al lavoro di buzzo buono ma sono stati interrotti dal chivalà dei carabinieri della compagnia di Battipaglia, allertati  a loro volta dal personale della ferrovia. Era successo che, una per una, si erano accese le lucine rosse di allarme sulla mappa del pannello di controllo del cervello centrale di Trenitalia: segnalavano il percorso di un guasto che procedeva rapidamente verso sud. Così è stato possibile ricostruire in tempo reale che era in corso il furto di ben centoventi metri di treccia di rame. La ruberia  ha rischiato di mandare in tilt l’intero tratto ferroviario che collega i centri campani con la Basilicata, e solo il caso ha voluto che al momento non fossero previsti treni in transito.

Un rumeno di etnia zingara A.T., domiciliato ad Eboli, località Campolongo, più grosso e lento rispetto agli altri suo compagni, alla vista dei militari, non è riuscito a fuggire assieme a loro attraverso i rovi della scarpata ferroviaria e così, impigliatosi nelle frasche, è stato acciuffato, sporco di fango e pieno di graffi. Il rame del valore di circa 3000,00 euro è stato quindi  prontamente restituito al legale rappresentante di Trenitalia.

S