LA ROMA TRAVOLGE IL CESENA I GIALLOROSSI VINCONO PER 5-1TOTTI ENTRA NELLA STORIA

0

La Roma travolge il Cesena e conquista la quarta vittoria consecutiva in campionato che porta i giallorossi, provvisoriamente, a 11 punti dalla capolista Juventus. All’Olimpico, nell’anticipo della 19.ma giornata, la squadra di Luis Enriquevince per 5-1 al termine di una partita chiusa già dopo otto minuti con le reti di Totti (2) e Borini. Al 58′Eder prova a riaprire il match, maJuan (62′) e Pjanic (70′) dilagano nel finale.

LA PARTITA
Otto minuti per annientare il Cesena. Otto minuti per infilare tre reti, chiudere in cassaforte la quarta vittoria di fila (in attesa del recupero col Catania) e avvisare il campionato: la Roma ha raggiunto la completa maturazione ed è pronta per stare lì, tra le prime, fino alla fine. Per giocarsi un posto inChampions League e magari, chissà, per qualcosa di ancora più importante che a Trigoria sognano dal 2001.

L’immenso lavoro di Luis Enrique è reso più evidente dal continuo cambio di interpreti a cui ha abituato il tecnico spagnolo. Contro i romagnoli le novità si chiamano Heinze (fuori Kjaer), Greco (per Simplicio), Gago (De Rossi ko) e Borini, preferito a Bojan. Mutano i giocatori, si diceva, ma l’armonia, il sincronismo e l’intensità con cui si esprime la squadra dimostrano che nel puzzle di Luis Enrique c’è spazio un po’ per tutti. Perché tutti, quando vengono chiamati in causa, sanno bene cosa fare e come lo devono fare.

Passano 33″ e Taddei lancia lungo per LamelaRodriguez prolunga di testa e il giovane giallorosso serve di tacco Totti: destro di prima intenzione del Capitano e Nordahl raggiunto in vetta alla classifica di tutti i tempi dei marcatori in Serie A con una sola maglia; è il gol numero 210. All’8, ancora Lamela, cerca il numero 10 della Roma sul secondo palo: destro al volo (in fuorigioco), Antonioli immobile e gol numero 211. Record battutto, sbriciolato, conquistato. Storia.

La partita va in archivio nemmeno 60 secondi più tardi, quando Greco serve a centro area Borini che, tutto solo, appoggia in rete il 3-0. Il Cesena è frastornato, immobile, sotto choc. La squadra di Arrigoninon sparisce dal campo solo perché sul terreno non vi è mai entrata. La Roma sfiora più volte il 4-0 prima del gol di Eder, giunto al 58′ su perfetto assist di Candreva che a inizio ripresa ha sostituitoMutu. Match riaperto? Macché. Semmai è un flebile campanello per Totti e soci, che si sciacquano la faccia e quattro minuti più tardi ristabiliscono le distanze con Juan, puntuale a scaraventare in porta un colpo di testa di Borini non trattenuto da Antonioli. Al 70′ c’è gloria anche per Pjanic, che di sinistro trafigge il portiere romagnolo mentre la difesa cesenate rimane ferma a guardare, manco si fosse a teatro.

Al di là del punteggio, per il Cesena questo ko è decisamente allarmante per due motivi: le distrazioni elementari che hanno coinvolto tutta la squadra e, fattore ben più grave, la mancanza di voglia di lottare. Il terzultimo posto rimane una realtà mentre la salvezza, avanti così, sarà sempre più una cinica chimera.

LE PAGELLE

Totti 7,5 – Raggiunge e poi supera Nordahl: 211 in gol in Serie A, tutti con la Roma. Spettacolo infinito, classe immensa. To be continued…

Lamela 7 – Se non si perdesse con qualche dribbling e leziosità di troppo, sarebbe perfetto. Sforna due assist per la doppietta del 10 giallorosso, quando parte palla al piede non lo fermi mai.

Antonioli 4,5 – Serata da incubo nel suo vecchio Olimpico. Non trattiene una palla che sia una, Juan e Pjanic ringraziano.

Von Bergen e Rodriguez 4 – Letteralmente impresentabili. La Roma fa quello che vuole, se finisse 8-1 non ci sarebbe nulla da dire: le colpe maggiori sono loro.

Eder 6 – Da settimana prossima, probabilmente, sarà un giocatore della Sampdoria. Insieme a Candreva è il migliore dei suoi, il Cesena ci pensi bene prima di lasciarlo partire

IL TABELLINO

ROMA-CESENA 5-1
Roma (4-3-1-2): Stekelenburg 6; Rosi 6,5, Juan 6,5 (29′ st Kjaer sv), Heinze 6, Taddei 6,5; Greco 6,5, Gago 6,5, Pjanic 7; Lamela 7 (9′ st Bojan 6,5), Totti 7,5 (20′ st Viviani 6), Borini 7. A disp.: Curci, José Angel, Perrotta, Simplicio. All.: Luis Enrique 7
Cesena (4-4-2): Antonioli 4,5; Comotto 4, Von Bergen 4, Rodriguez 4, Lauro 4 (67′ Moras 5); Ceccarelli 6, Colucci 5 (32′ st Benalouane sv), Guana 5, Parolo 5; Mutu 4 (1′ st Candreva 6), Eder 6. A disp.: Ravaglia, Martinez, Bogdani, Rennella. All.: Arrigoni 5
Arbitro: Giannoccaro
Marcatori: 1′ E 8′ Totti (R); 8′ Borini (R), 58′ Eder (C); 62′ Juan (R), 70′  Pjanic (R)
Ammoniti: 
 Benalouane (C)
Espulsi: –

Fonte:portmediaset