Sorrento, Ruotolo: “Essere superiori al Como”

0

 Contro i lariani serve dare continuità


 

manifesto_COMO

 

SORRENTO – L’avversario non è dei più facili da affrontare ma il Sorrento sembra assestarsi sulla buona strada, vista anche la gara disputata in dieci domenica scorsa con una certa calma ed accortezza senza mai cadere nel baratro. Certo che contro i lacuali non sarà un incontro facile visto che hanno cambiato in settimana anche l’allenatore, nonostante che sono nelle alte sfere della classifica. Nella settimana appena quasi trascorsa anche se in qualche giorno sono mancati sia Niang per una visita medica e Camillucci che accusava unmal di schiena, mister Ruotolo ha proceduto per la sua strada desiderando come al solito più grinta e velocità sia nelle azioni che nei movimenti dei singoli. E lo si è visto nell’amichevole del giovedì che il Sorrento sostiene contro una squadra locale, il Sant’Agnello, che è stato sommerso con otto reti, e nel quale un Carlini che domenica è andato a segno con una certa facilità, invece ha colpito tre legni. Ma nel complesso tutti sembrano credere in loro stessi ed essere più sicuri. Tutti gli occhi sono puntati sulla partita di domenica, contro una squadra che ha cambiato allenatore in settimana pescando in casa propria. Ha affidato fino alla fine della stagione la propria panchina all’ex secondo del dimissionario Ramella, Giuseppe Manari.

 

MISTER RUOTOLO – Mister Ruotolo sa che non sarà un incontro facile: “Noi siamo realisti che arrivi un Como che si giocherà la sua partita e non sarà facile. Perciò noi dobbiamo essere a dare continuità e dare ossigeno alle nostre prestazioni, facendo capire dove dobbiamo arrivare”. Un mister deciso che sembra non voltarsi indietro e guardare solo avanti, non guardare anche la classifica che pone i rossoneri in quinta posizione, posizione che potrebbe essere ancora di più cementificata poiché i lariani gli sono dietro di quattro punti. “Per me, come ho sempre sostenuto, la classifica –dice con piglio deciso- in questo momento non la guardo e non la penso. Essa a parte, contro il Como deve andare tutto bene”. Come sembra fisicamente e mentalmente la squadra perché “sta continuando a crescere, e lo si è viso anche quando abbiamo giocato in dieci domenica scorsa, sono stati compatti e non hanno perso la testa. Possiamo disputare una buona prestazione”. Una ulteriore scossa l’ha data la vittoria raccolta contro lo sfatato tabù Pavia  e questo “aspetto rende e regge perché in questo mondo bisogna dare continuità e non sbagliare le partite. Con i lariani non cambia nulla, ho detto hai ragazzi che chi gioca con noi ci farà la guerra, e noi dobbiamo essere superiori ”. Sulla formazione non ha detto nulla, ma potrebbe quasi ricalcare quella di domenica scorsa, anche se ci sono due squalificati, Romeno e Croce. A difesa rientra Di Nunzio che scontato la giornata di squalifica e prenderebbe il posto di Romeo, ma come al solito sarà al centro della difesa, sulla destra potrebbe fare un’altra invenzione spostando Terra o Nocentini. Staremo a vedere.

 

IL COMO – E’ reduce da un pareggio casalingo che in settimana ha portato alle dimissioni di mister Ernestino Ramella ed al’ingaggio interno del suo secondo ex Giuseppe Manari, che guiderà gli azzurro scudati fino alla fine della stagione, ma con una deroga che sarà chiesta alla Lega Pro perché non ha il patentino per allenare in Prima Divisione. All’andata la gara terminò in parità, non senza qualche rammarico rossonero, allora fu una partita che vide Sarri contro Ramella, oggi ne sarà un’altra, Ruotolo contro l’esordiente Manari. Nelle formazione lariana che giocava con il 4-3-3, oggi vedremo Manari come giocherà, ma forse il modulo sarà sempre quello, c’è anche un ex Francesco Ripa ed anche  validi calciatori con una certa esperienza.   Questi sono i calciatori lariani: portieri – Conti Andrea, Giambruno Marco, Twardzik Dan; difensori – Ambrosini Cesare, Ghidotti Daniele, Nieddu Tommaso, Paixao Marcus Diniz, Som Thomas Fabrice, Urbano Orlando, Zullo Walter, centrocampisti – Ardito Andrea, Bellitta Francesco Giorgio, Doumbia Abdou, Lewandowski Marc, Lulli Luca, Miello Umberto, Salvi Stefano, Toledo

 

Robson Machado,  Tonetto Nicolò, Vicente Leonardo Bruno; attaccanti – Bardelloni Emanuele, Ciotola Nicola, Diogo Tavares, Filippini Alberto, Ripa Francesco, Romano Gianpiero.

 

La partita sarà diretta dall’arbitro Eugenio Abbatista di Molfetta, che sarà coadiuvato dagli assistenti Sandro Lobozzo di Foggia e di Gabriele Trasarti di Teramo.

 

        

 

          Gennaro Ruotolo                       Giuseppe Manari

 

http://3.bp.blogspot.com/-OF71doMR0qw/TpKkG_CCxrI/AAAAAAAACqg/4kI2aYRvdZA/s1600/abbattista.JPG  Eugenio Abbatista

 

GIUSEPPE SPASIANO