Ravello atto vandalico su auto moglie assessore Palumbo . Solidarietà di Di Palma. Il sindaco Vuilleumier, una bravata

0

 Ravello. Un atto vandalico che ha probabilmente di mira l’assessore Pasquale Palumbo. E’ stata presa di mira l’auto della moglie Sofia insegnante delle scuole elementar, una Fiat Panda parcheggiata in Via della Repubblica.  L’assessore dell’amministrazione Vuilleumieur con delega all’ambiente ha una visione fra le più ecologiche della costa d’ Amalfi del suo operare politico attuandola in modo anche molto severo, come è giusto che fosse. La speranza è che le sanzioni a Ravello in tema ambientale ora aumentino e si inaspriscano invece di fare passi indietro. Diamo la nostra solidarietà come positanonews all’assessore che riteniamo il più attivo e coerente di tutta la costiera amalfitana in materia ambientale dando anche l’esempio personale di una vita sana e naturale.

 

E’ giunta in redazione la solidarietà di Ulisse di Palma di Ravello nel Cuore,  il sindaco Paolo Vuilleuimieur di cui Palumbo è assessore invita invece alla calma “Siamo vicini a Palumbo e ci mancherebbe altro, ma questa è una bravata. Dargli tutto questo clamore mediatico non fa altro che fare pubblicità a quei ragazzi che hanno fatto questo gesto e incentivarne a fare altri. Va condannato l’atto vandalico in tutto e per tutto cercando di perseguirne gli autori, ma non bisogna prestare il fianco a certe speculazioni o a casse di risonanza che non servono a nulla se non a creare forse maggiori danni e prima di dare un significato a un gesto bisogna valutare tutte le situazioni e le implicazioni che ne vengono, siamo certi che questo gesto come già in passato con le scritte contro Brunetta fa parte di un atto vandalico fine a se stesso”

SOLIDARIETA’ E RICERCA DI UNITA’

 

Lo squallido episodio occorso, nella notte fra sabato e domenica, all’auto della moglie dell’assessore Pasquale Palumbo, non può che essere condannato con forza, qualunque sia la matrice, qualunque sia la motivazione.

E, se si fosse trattato di una bravata, ancor di più sarebbe da condannare, perché questa comunità, ha conosciuto e conosce il sano sfottò, la sana ironia, l’intelligenza dello scherzo ma, mai la volgarità  e la violenza che colpiscono persone e cose.

Ci riteniamo, come esponenti dell’opposizione consiliare, solidali e affettuosamente legati all’amico Paquale Palumbo.

Mi viene spontanea una considerazione: “ possibile che nessuno abbia visto o sentito nulla?”.

Dico questo, nel senso che qualcosa sta cambiando nel nostro amato paese e, devo registrarlo, con profonda amarezza e preoccupazione, in quanto, per il passato, quello che preservava la piccola comunità, come la nostra, era quel senso di ricerca di comunione esasperato, riuscire ad essere un tutt’uno per  tenere fuori della mura, l’intruso, il malintenzionato.

Sarei felice di sbagliarmi .

 

Dott. Salvatore Ulisse  Di Palma

Capogruppo consiliare “ Ravello nel Cuore “.