TRUFFA ALL´UE E ALL´INPS PER FALSI BRACCIANTI AGRICOLI

0

Il Nucleo Antifrodi Carabinieri di Salerno, unitamente ai Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, ha operato il sequestro preventivo per equivalente (ex art. 321 C.p.p.) di beni mobili ed immobili per un valore complessivo di un milione e duecentomila euro, nell’ambito dell’indagine denominata “Oro Verde” coordinata dal P.M. Roberto Lenza della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore. Il procedimento penale, nel quale risultano indagate 34 persone, tra cui imprenditori agricoli e funzionari pubblici, ritenuti responsabili di vari reati che vanno dall’associazione per delinquere alla truffa aggravata finalizzata al conseguimento di erogazioni pubbliche, alla rivelazione di segreti d’ufficio ed al falso ideologico ha consentito di individuare un circuito affaristico – criminale che negli anni ha provocato un rilevante danno all’Erario derivante da indebite erogazioni previdenziali ed assistenziali relative a circa 5000 falsi braccianti agricoli destinatari di indennità di disoccupazione, di maternità e di malattia. In particolare le attività investigative hanno appurato che l’attività fraudolenta è stata posta in essere attraverso: – fittizie assunzioni di braccianti da parte di imprenditori agricoli; – la formazione di falsi certificati di lavoro, che inducevano in errore i competenti uffici INPS indotti ad erogare le indennità su cui gli imprenditori trattenevano corpose somme di denaro; – la falsificazione di contratti di affitto per acquisire “titoli” per finanziamenti comunitari relativi al conferimento di pomodoro da industria per circa 149.000 euro; L’operazione di polizia giudiziaria segue di pochi giorni la condanna da parte del Tribunale di Nocera Inferiore di altri imprenditori agricoli accusati di truffa aggravata ai danni dell’INPS di Salerno e Nocera Inferiore che avevano lucrato indebitamente somme per diversi milioni di euro. L’indagine dimostra ulteriormente che il sequestro per equivalente rappresenta un decisivo strumento di aggressione dei patrimoni illecitamente acquisiti e, pertanto, le linee d’azione che già da tempo la Procura di Nocera Inferiore ed il Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari hanno sviluppato nel campo specifico dovranno ulteriormente essere implementate in vista di un rapido ed incisivo contrasto alle condotte criminali finalizzate a sottrarre somme rilevanti allo Stato. Presso il Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari è istituito il Numero Verde 800 020 320 ed è attiva la casella di posta elettronica ccpacdo@carabinieri.it che gli operatori del settore ed i cittadini possono contattare per ricevere informazioni o fornire segnalazioni.

TRATO DA TV OGGI SALERNO