Il 21 gennaio a Napoli la pittura napoletana e campana nel libro di Vincenzo Vavuso

0

La pittura: “l’espressione di noi stessi” è il titolo della prima opera artistico-letteraria di Vincenzo Vavuso, che sarà presentata a Napoli presso le Antisale dei Baroni del Castel Nuovo, con il patrocinio del comune partenopeo, Sabato 21 gennaio alle ore 16.00.
Il saggio nasce  non solo da uno studio minuzioso e attento per la pittura, ma soprattutto grazie alla passione e all’amore che lega l’autore a quest’arte da molti anni. L’intento è quello di dare anche agli altri la possibilità o la capacità di poter leggere tra le righe di un dipinto. Capirne l’essenza, la tecnica, il supporto, ma soprattutto ciò che l’artista sentiva nel suo inconscio al momento del concepimento dell’opera.  In quest’opera, premiata con medaglia d’oro come I° classificato al Concorso Internazionale  “LILLY  BROGY”  di Firenze, Vincenzo Vavuso ha tracciato il percorso artistico di pittori che hanno dato lustro alla storia dell’arte italiana ed in particolar modo alla Campania,  partendo dall’Ottocento fino ai giorni nostri.
Sergente Maggiore dell’Esercito Italiano in servizio presso il Reparto Comando e Supporti Tattici “Acqui” di San Giorgio a Cremano (NA), dove è ubicato il 2° Comando delle Forze di Difesa, Vincenzo Vavuso nasce a Caserta nel 1972. All’età di venticinque anni decide di trasferirsi a Salerno e, probabilmente ispirato dal connubio di colori dell’affascinante paesaggio locale, inizia per lui un percorso artistico decisamente importante. Nel 2011 partecipa al XXII concorso nazionale di pittura, tenutosi nella cittadina universitaria di Fisciano (Sa), dove viene decorato di medaglia d’argento, classificandosi al secondo posto su scala nazionale con l’opera “Cantiere in disuso”. Partecipa a diverse mostre collettive in varie città italiane, mentre la sua prima mostra personale si è tenuta a Villa Bruno di San Giorgio a Cremano (NA).
Sul lavoro artistico-letterario di Vincenzo Vavuso, pubblicato da Terra del Sole edizioni, con la prefazione di Massimo Ricciardi e la postfazione di Michele Sessa, si intratterranno la direttrice della galleria “La Pergola Arte” di Firenze e autrice del premio letterario omonimo Lilly Brogi; i critici d’arte Immacolata Marino, Michele Sessa, Massimo Ricciardi, Angelo Calabrese; il giornalista-scrittore Alfonso Bottone; il letterato e storico Nicola Ruggiero. Le conclusioni saranno affidate all’autore del saggio, Vincenzo Vavuso.
Tra gli ospiti in sala la figlia del pittore Gennaro Villani, Ena Villani, e altri figli d’arte.
E poi i rappresentanti degli Enti e organismi che hanno concesso il patrocinio morale all’opera stessa: dall’Esercito Italiano all’Amministrazione provinciale di Caserta, da quelle dei Comuni di Salerno, Pellezzano e Maiori alla Conferenza dei Sindaci della Costa d’Amalfi, dal Club Unesco Napoli al Premio Massimo Troisi-Città di San Giorgio a Cremano, dal Polo Espositivo “il Fuligno di Firenze” a “..incostieraamalfitana.it” Festa del Libro in Mediterraneo; dalla galleria “La Pergola Arte” di Firenze a Marciano Arte.
Informazioni ed aggiornamenti su www.incostieraamalfitana.it.                                                                                                                                                                                                                     

Lascia una risposta