Serie D (XIX Giornata), Hinterreggio-Gelbison 4-1

0

RAVAGNESE – Arriva la sconfitta dopo nove risultati utili consecutivi per la Gelbison. La squadra di mister Santosuosso, prima sconfitta per lui da quando è arrivato sulla panchina vallese, si ferma contro l’Hinterreggio che così rafforza il primato in classifica. La partita si è decisa al 33’ del primo tempo quando l’arbitro ha assegnato generosamente il rigore ai padroni di casa, mostrando il cartellino rosso a Borsa e lasciando gli ospiti sotto di due gol e con un uomo in meno. Dopo un po’ di tentativi griffati Arigò, è Impallari a portare in vantaggio i biancazzurri. Lavrendi appoggia per l’attaccante argentino, che da due passi e tre quarti realizza il gol del vantaggio. La Gelbison è tutta nella conclusione alta di Pecora, che da buona posizione manda di poco alto sopra la traversa. Al 20’ Ungaro difende in mezzo e, dagli sviluppi di un corner, vola in rovesciata: tutto spettacolare, ma la palla si spegne di poco alta. Al 33’, su un cross teso dalla sinistra, Arigò cade in area rigore generoso concesso dall’arbitro che sventola il rosso a Borsa. Sul dischetto si presenta Ancione, che spiazza il portiere avversario portando il risultato sui binari del 2 a 0. Sul finire di primo tempo, un pallonetto da posizione defilata di Trentinella, per poco non entra in rete. La ripresa si apre con Vicari che si accentra, servendo il neo-entrato Iennaco che apre il piattone e la mette all’incrocio. L’Hinterreggio dilaga all’8’ quando, su una devastante azione di Ancione, Vicari ci mette lo zampino, servendo al bacio Trentinella. La partita, di fatto, si spegne qui. O quasi. Nel finale, infatti, Sené trova il gol della bandiera. Un gol da regalare alle statistiche.
Tabellino
Hinterreggio (4-1-2-1-2): Cutrupi; Marguglio, Franceschini, Ungaro, Sciarrone; Lavrendi; Trentinella, Vicari; Ancione (10’st Crucitti); Arigò (28’st Eseola), Impallari (37’pt Iennaco). A disposizione: Parisi, Sinicropi, Taverniti, Gioia. Allenatore: Salvatore Periti
Gelbison (4-4-2): Spicuzza; Fariello, Dell’Isola, Braca, Anastasio (30’pt Siano); Pecora, Amarante, Borsa, Grimaudo (26’st Tulimieri).; Sica (26’st Melcarne), Sené. A disposizione: Lista, Manganelli, De Cesare, Viciconte, Passaro. Allenatore: Pasquale Santosuosso
Arbitro: Pillitteri di Palermo (Selvaggio e Sangiorgio).
Reti: 11’ Impallari, 34’ Ancione (rig.), 47’ Iennaco, 53’ Trentinella (H), 90’ Sené (G)
Espulsi: 32’ Borsa (G)
Ammoniti: Sica (G)
Angoli: 5 a 1 per l’Hinterreggio
Recupero: 1’ nel primo tempo e zero nel secondo tempo
Note: 100 spettatori circa
Interviste
Pasquale Santosuosso (allenatore Gelbison): E’ una sconfitta che ci siamo meritati perché anche se abbiamo giocato contro la prima in classifica siamo scesi in campo poco concentrati e quindi non siamo stati tonici e determinati come nei precedenti appuntamenti. Di sicuro però in questa sconfitta molto l’ha fatto anche l’arbitro visto che ha concesso un calcio di rigore ai nostri avversari inesistente; da quell’episodio che ha portato al raddoppio per l’Hinterreggio siamo usciti malconci dato che siamo rimasti in dieci per l’espulsione di Borsa. Non posso dire ora se senza quell’episodio saremmo riusciti a recuperare, ma di sicuro si è trattato di un’azione che ci ha tagliato le gambe e le speranze di rientrare in partita. Si è trattata di una partita storta, iniziata male e conclusa peggio.
Salvatore Periti (allenatore in seconda Hinterreggio): Oggi abbiamo meritato di vincere, con una buona prova sia sotto il profilo atletico, che tattico-caratteriale. Un messaggio alla Valle Grecanica? No, noi dobbiamo pensare a quello che succede in casa nostra. Abbiamo vinto oggi, e adesso cercheremo di onorare al meglio i prossimi impegni.

Lascia una risposta