Vico Equense: Multe per chi sfama i randagi – c.a. Vincenzo Maresca

0

Riceviamo e pubblichiamo…

 

 

Egregio Dottore

 

spero vorrà ospitare tra le sue colonne questa mia riflessione.

 

Vico Equense: Multe per chi sfama i randagi

 

Vorrei sapere se il Primo Cittadino di Vico Equense è consapevole che per legge è il primo garante della salute e del benessere degli animali nel suo territorio; che è un suo preciso “dovere”, raccogliere queste misere creature, curarle, ricoverarle in un rifugio, microchipparle, sterilizzarle e non perseguitarle “affamandole”.

 

L’ordinanza che ha emesso è crudele, inutile e palesemente in contrasto con la Legge 281/1991 che tutela gli animali randagi e la Legge 189/2004 che ne punisce il maltrattamento e l’uccisione.

 

Privare gli animali del sostentamento rientra nel reato di maltrattamento e non risolve il problema del randagismo.

 

Il mezzo più efficace ed etico per prevenire e combattere questo fenomeno è la sterilizzazione oltre alla microchippatura degli animali, operazioni da concordare e coordinare con Asl e associazioni protezioniste.

 

E’ corretto pretendere che la somministrazione degli alimenti agli animali sia effettuata nel rispetto delle norme igieniche e secondo i principi di civile convivenza.

 

Ribadisco però che tale pratica non è un reato, ma un atto caritatevole e gli animali non devono essere penalizzati per il comportamento scorretto di alcuni cittadini, peraltro facilmente individuabili e sanzionabili per la mancata raccolta dei residui di cibo.

 

Nel corso degli anni altri sindaci hanno emesso ordinanze affama-randagi, tutte regolarmente bocciate dai vari TAR, in quanto illecite e illegittime.

 

In questo momento di grave difficoltà economica il sindaco dovrebbe evitare un inutile sperpero di fondi della collettività per istruire opposizioni inutili e perdenti al TAR. 

 

Mi auguro che il sindaco revocherà questa abominevole ordinanza prendendo decisioni dignitose e rispettose nei confronti del “popolo che non parla”, ma non per questo meno meritevole di rispetto.

 

 

Daniela Romagnoli

 

www.difendiamoli.it

 

 

“La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui essa tratta gli animali.”

 

M. Gandhi