Napoli. Caffè Gambrinus. Presentato “La bambola sulla sedia” di Mariacarla Rubinacci.

0

 

Al Gambrinus è stata presentata “La bambola sulla sedia” di Mariacarla Rubinacci.

 

 

 

Venerdì 20 gennaio 2012, alle ore 17.30, presso il Gran Caffè Gambrinus in via Chiaia, ½, angolo Piazza Trieste e Trento – Napoli, è stato presentato il romanzo “La bambola sulla sedia” di Mariacarla Rubinacci (Statale 11 Editrice). All’incontro, moderato da Annella Prisco Saggiomo, sono intervenuti Tjuna Notarbartolo e Maurizio Sibilio. Letture a cura di Mariarosaria Riccio. Evento curato da Monica Florio in collaborazione con il Centro Studi Michele Prisco.  

 

“La bambola sulla sedia” di Mariacarla Rubinacci (Statale 11 Editrice, pp.140, euro 12) è un romanzo imperniato su personaggi femminili: protagoniste sono due amiche, Gisella e Lidia che, dopo aver condiviso gli anni dell’adolescenza, si separeranno per rincorrere i loro sogni.

 

A riunirle sarà Chantal, top model e figlia di Gisella, vittima dell’anoressia e divenuta l’ombra della donna di successo che era stata in gioventù.

 

Intrigante il gioco di specchi fra queste due donne legate da un rapporto simbiotico e portatrici di valori antitetici che, come in una sintesi, si ricompongono: tradizione/trasgressione, sentimento/passione, normalità/follia.  

 

Milanese trapiantata a Napoli, Mariacarla Rubinacci esordisce nel 2002 con “Il covo di villa Arzilla” (2002, Guida Editori) a cui fa seguito “Il giorno che mi amerai” (2004, Guida Editori). Nel 2009 conquista il favore della critica con “La fantasia di Francesca” (Guida Editori), classificatosi al terzo posto al Premio Emily Dickinson e vincitore del Premio Letizia Isaia (sezione narrativa) e del Premio Megaris.

 

 

 

Info:

 

monica_florio@libero.it

 

[Dal lancio-stampa ricevuto; segnalazione di Maurizio Vitiello.]