FASANO TORNA SULLA CRISI DEL COMPARTO IPPICO

0

 

 

Il senatore del Pdl sollecita la calendarizzazione del disegno di legge in materia dallo stesso presentato

 

 

Il sen. Enzo Fasano torna sulla questione ippica. In ordine alla gravissima crisi che sta coinvolgendo il comparto ippico e l’ex Unire, oggi Assi (Agenzia per lo sviluppo del settore ippico), e che sta avendo ripercussioni negative su molte decine di migliaia di famiglie, il senatore del Pdl, avendo più volte segnalato con appositi atti di sindacato ispettivo i prodromi di una deflagrazione che sta avvenendo con conseguenze gravissime, intende, di concerto con il presidente della Commissione Agricoltura del Senato, Scarpa Bonazza Buora, chiedere la calendarizzazione del Disegno di legge presentato dallo stesso senatore nell’autunno del 2008. Si tratta de Disegno di legge n. 1068, “Disposizioni in materia di riordino del settore ippico”, d’iniziativa del sen. Fasano, comunicato alla Presidenza il 2 ottobre 2008. Un disegno di legge che, se approvato, darebbe una risposta concreta alle richieste delle categorie ippiche.

 

Più volte il sen. Fasano è intervenuto sulla questione, sollecitando il Governo a intervenire attraverso interrogazioni parlamentari. L’ultima della quali, indirizzata al ministro dell’Economia e delle finanze e al ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, risale al 14 dicembre 2011, atto n. 3-02546. L’intento era appunto quello di richiamare la loro attenzione sulla delicatissima situazione in cui versa il settore dell’ippica per scongiurare ulteriori possibili conseguenze negative sul piano occupazionale ed evitare il paradosso che la crisi ricada sui soggetti più deboli del comparto.

 

 

 

 

Ufficio stampa sen. Enzo Fasano – 089614478

 

 

Salerno, 13 gennaio 2012