Minori, costa amalfitana: alcuni problemi da risolvere

0

Siamo a gennaio e sarebbe opportuno che il Comune di Minori adottasse un piano di rispetto degli orari di lavoro degli artigiani e di tutti quelli che sono costretti a procurare rumore con il loro lavoro, anche se necessario. Dal momento che veniamo informati (eppure a noi risulta che ne fu redatto uno negli anni settanta) che non esiste alcuna ordinanza  in merito, preghiamo chi di dovere a volersi prendere cura del caso (chissà quante ne scriveranno ora nei commenti). Non è possibile che i lavori rumorosi, pubblici e privati, debbano avere inizio prima delle ore sette del mattino o alle 14 del pomeriggio, in piena stagione turistica lavorativa ed in inverno, quando diversi vorrebbero un pò di pace. Di concderto con le categorie interessate gli organi comunali dovrebbero  intervenire soddsfacendo le esigenze di tutti.

Altro problema da noi già sollevato è quello delle nuove strisce pedonali in via Roma e via Alfonso Gatto, di recente interessate al rifacimento del manto bitumoso. Ebbene, ci hanno informati che a doverle disegnare non è compito del Comune, come erroneamente pensato da n oi (e ne facciamo ammenda), bensì dell’ANAS proprietaria della strada. Ed è capitato che qualche volta il Comune  le abbia disegnate autonomamente, ricevendo in cambio non un grazie, ma una m ulta. Roba da matti. Noi preghiamom solo il Comune, per l’ioncolumità di tanti, ad insistere nel reclamare il soddisfacimento dei diritti dei cittadini.

gaspare apicella