Militare italiano ferito in Afghanistan

0

Il soldato era a piedi in pattuglia. Le sue condizioni non sono gravi. Fa parte del reggimento “Sassari” dell’Esercito. Un ordigno rudimentale è esploso in un villaggio a circa 10 chilometri da Bala Murghab.  E’ il secondo agguato in pochi giorni contro il nostro contigente

BALA MURGHAB – Un militare italiano è rimasto ferito in seguito all’esplosione di un ordigno nell’ovest dell’Afghanistan. Le condizioni del militare, che era a piedi in pattuglia, vengono definite non gravi dal comando del contingente italiano. E’ il secondo militare colpito in pochi giorni. Il precedente attentato 1è avvenuto il 4 gennaio.

La deflagrazione dell’ordigno è avvenuta in un villaggio a circa 10 chilometri da Bala Murghab. Il militare italiano, che ha riportato solo lievi ferite è stato trasferito presso l’ospedale da campo della base operativa avanzata ‘Columbus’, che ha sede nella città afghana,  ha già potuto parlare personalmente con i propri familiari. Il militare ferito è effettivo al 151° reggimento ‘Sassari’ dell’Esercito.

Alle 15.05 locali (le 11,35 in Italia) riferisce il portavoce, colonnello Vincenzo Lauro – “nel corso di un’operazione congiunta con le forze di sicurezza afghane (ANSF), una squadra appiedata della Task Force Nord, su base 151esimo Reggimento ‘Sassari’, è stata coinvolta dall’esplosione di un ordigno improvvisato a seguito della quale un soldato italiano è rimasto lievemente ferito”.

“Sul luogo dell’evento – continua il portavoce – sono intervenuti immediatamente i soccorsi che hanno provveduto al trasferimento del militare in elicottero alla Fob (Foward operating base) ‘Columbus’,

 sede del 151esimo Reggimento ‘Sassari'”. 
fonte:repubblica