La Dakar comincia in tragedia Muore un motociclista argentino Jorge Martinez Boero.

0

La Dakar comincia in tragedia Muore un motociclista argentino Jorge Martinez Boero è caduto a due chilometri dal traguardo Il suo ultimo post su Twitter: «Auguri, sono pronto a dare tu.

ROMA – Comincia in tragedia l’edizione 2012 della Dakar. Nel corso della prima tappa tra Mar del Plata e Santa Rosa della Pampa è morto un motociclista argentino. Jorge Martinez Boero, 38 anni, è morto per le ferite riportate dopo una caduta a due chilometri dal traguardo della prima tappa della 33/a edizione della Dakar, una speciale di 57 km tra le dune di sabbia lungo l’oceano Atlantico, nei pressi di Necochea. La corsa dal ’79 ha lasciato una scia interminabile di sangue: nel 2005 sulle strade della Dakar era morto il pilota italiano Fabrizio Meoni. La dinamica. Un forte colpo al torace e alla testa sono state le cause della morte, secondo i media locali. L’incidente è avvenuto dopo che il pilota ha perso il controllo della sua moto, cadendo e sbattendo la testa con violenza su un tombino.«Dopo la caduta il pilota è stato vittima di un arresto cardiaco – hanno fatto sapere gli organizzatori -. E’ stato soccorso cinque minuti dopo l’incidente dal personale medico della corsa a bordo di un elicottero, ma non è stato possibile rianimarlo ed è morto durante il trasferimento in ospedale». Boero, che correva su una Beta, aveva già partecipato una volta alla Dakar, lo scorso anno, ed era stato costretto a ritirarsi nel corso della 6/a tappa dopo una caduta a un chilometro dall’arrivo a Iquique, in Cile. Boero nell’incidente era finito in un burrone e aveva dovuto aspettare i soccorsi più di otto ore. «Auguri, sono pronto a dare tutto»: è l’ultimo messaggio scritto via twitter da Boero «Auguri a tutti. Grazie per i vostri messaggi, sono pronto a dare tutto. Ciò che non uccide, ci rafforza», sottolineava il motociclista nel testo, salutando gli amici che lo avevano aiutato a partecipare alla gara. La Dakar 2012, 33/a edizione della corsa che per la quarta volta si tiene in America Latina, è partita all’alba da Mar Del Plata. I 443 veicoli partecipanti, tra auto, moto, quad e camion, devono affrontare un percorso che dalla costa atlantica argentina li porterà in due settimane a Lima, in Perù, attraverso 8.373 km, di cui 4.406 di prove speciali. L’arrivo è previsto per il 15 gennaio a Lima. Per primi sono partiti i quad (30 partecipanti) e le moto (178), mentre auto (161) e camion (70) prenderanno il via più tardi. La prima tappa, di oltre 800 km, ha come traguardo Santa Rosa de la Pampa, nell’ovest dell’Argentina. Il pubblico. Una gran folla ha fatto da cornice alla partenza della corsa, con decine di migliaia di appassionati che hanno festeggiato il nuovo anno sulla spiaggia per attendere il via. Fin da venerdì la località turistica di Mar del Plata è invasa di turisti e il “Village Dakar”, installato nella base navale della Marina dove si sono svolte le verifiche dei veicoli, ha sempre fatto registrare il tutto esaurito.

FONTE IL MESSAGGERO

Lascia una risposta