Meta Sorrento tutti dicono di no a Trapani anno nero dopo la stasi riconferma la Giunta tagliando Tito e Di Capua

0

 Meta Sorrento tutti dicono di no a Trapani anno nero. Nessuno lo vuole eppure è sindaco di Meta, un mistero come faccia ancora ad andare avanti Paolo Trapani dopo che “corteggia” in continuazione gli ex della maggioranza e il consigliere di minoranza Gargiulo per riuscire a quadrare il cerchio. Questo non lo dice solo Positanonews, ma è oramai un dato di fatto, condiviso da tutte le testate giornalistiche, che dovrebbe far riflettere l’amministrazione metese sul suo futuro politico. Un’amministrazione che è Tito-dipendente visto che si sta facendo praticamente tutto quello che vuole, compresa una improbabile alleanza con il PD, fino a far parlare con Mario Casillo lo stesso Trapani, dimenticandosi l’esistenza della vera referente locale, cioè Stefania Astarita, e giocando nello stesso tempo sul tavolo di Vico Equense, comune amministrato dal centro destra, con il quale sta portando avanti anche un alleanza sui rifiuti che di fatto è un allontanamento dagli altri comuni della penisola. Cio non vuole essere un giudizio “tranchant” contro tutta l’amministrazione ma indubbiamente il 2011 è un anno nero per l’amministrazione Trapani

Alla fine, alla vigilia di Capodanno, dopo due mesi di paralisi  Trapani ha fatto la Giunta, la stessa, tagliando Tito e Di Capua  a Tito nessun superassessorato come prima ma va comunque il Bilancio, settore nevralgico, a Di Capua vengono tolti turismo e spettacoli per l’urbanistica. E gli atri sono rimasti a bocca asciutta…

Lascia una risposta