SARA TOMMASI SENZA SLIP CONTRO MONTI E IL SIGNORAGGIO BANCARIO CACCIATA DAL CHIAMBRETTI SHOW

0

E’ la notizia del mese finale del 2011 di Positanonews, il quotidiano online della costiera amalfitana e penisola sorrentina, la protesta clamorosa di Sara Tommasi da Chiambretti contro Monti le tasse ed il signoraggio bancario che prendiamo a simbolo: sotto il vestito niente – Prima il siparietto sexy in gonna e camicetta bianca aperta di proposito su un reggiseno di pizzo con cui ha voluto prendere di mira la Manovra del presidente del Consiglio Mario Monti, poi le spudorate dichiarazioni con cui ha ammesso di spogliarsi per “per soldi e notorietà”. Ma Sara Tommasi proprio non vuol saperne di abbandonare la scena mediatica, così oggi torniamo a parlare della soubrette ternana per la sua ennesima provocazione. Teatro dell’ultimo show hard della Tommasi il Chiambretti Night, dove a un certo punto la novella “eroina” della lotta al signoraggio bancario a suon di tette e cosce al vento ha tirato su il vestitino, facendo vedere tutto (senza mutande) al pubblico sorpreso e meritando la cacciata dagli studi televisivi. In fondo all’articolo trovate la photogallery. ‘Mi spoglio per soldi e notorietà’ – Solo pochi giorni fa la soubrette ternana aveva stupito tutti con le sue dichiarazioni rese in un’intervista a Panorama. La bella Sara, con un passato da sexy protagonista del calendario Max 2007 (la photogallery in basso vi rinfrescherà la memoria), dichiarava che “i calendari non servono più” perché “gli italiani hanno smesso di sognare”, i soldi sono “molti di meno e i calendari in allegato alle riviste sembrano ormai solo un bel ricordo, soppiantati dalla potenza di internet”. A chi le chiedeva come mai, allora, continuasse a spogliarsi in pubblico, mostrando lato A e lato B al fianco di Scilipoti e Marra, Sara rispondeva prontamente e senza pudore: “Lo faccio sempre per lo stesso motivo: per soldi e notorietà”. Una notorietà di dubbio gusto, aggiungiamo noi.