L´Aibes campana verso nuove mete di successi.

0

Con l’incontro per gli auguri di buone feste, il nuovo direttivo campano dell’Associazione Italiana Barmen e Sostenitori, ha suggellato il primo successo delle iniziative che Anna Di Sandro ed i soci che lo compongono intendono portare avanti per il mandato ricevuto. Il successo arriva dopo l’assestamento interno dovuto al cambio della direzione campana dell’Aibes dove, Francesco Reder, past fiduciario del sodalizio per la nostra regione, dopo tre mandati di indiscussi successi, come vuole il regolamento dell’Aibes ha dovuto lasciare l’incarico perchè non prevista una ulteriore candidatura con quelle mansioni, da cui poi è conseguita l’elezione, da parte dei soci, di Anna Di Sandro ed anche a livello centrale l’affidamento delle cariche di vice presidente nazionale aGiovanni Di Somma e dei consiglieri nazionali Tommaso Mascolo, Raffaele Pepe e Stanislao Del Deo. Ad avvalorare le ottime mosse che la Di Sandro ha già messo in atto per nuovi ed importanti successi, a partire dalla Campania per l’Aibes nazionale, sono giunti, da lei invitati alla cena di gala per lo scambio auguri per le festività di fine 2011 e del Capodanno 2012, il Presidente nazionale dell’Aibes Andrea Pieri, il presidente nazionale dell’Aibes Promotion Pietro Attolico ed il presidente nazionale dei soci sostenitori dell’Aibes Danilo Bellucci, accompagnato dal suo braccio destro Michele Di Carlo. La giovane barlady campana già affermata e nota per numerosi successi nel campo di concorsi nazionali ed internazionali Iba registrati, ha messo a punto un altro tassello del suo brillante curriculum cominciando dall’invitare tutti i soci e tanti personaggi di spicco della cultura, arte e spettacolo che Napoli vanta in una eccezionale, per signorilità e bellezza, location che il nostro territorio possiede ed ha anche vivacizzata la serata con musica ed una lotteria con il ricavato dedicato alla beneficenza per i cani bisognosi di cure o abbandonati. Ad accogliere un parterre così importante è stato il “Parkhotel Miglio d’oro” che è infatti considerato una delle più affascinanti ed architettoniche ville vesuviane, nata come villa Aprile, costruita nel Settecento per volere del Duca Riario Sforza, conte di Imola e di Forlì e passata per eredità a Giovannina figlia di Raffaele, moglie del Generale austriaco Laval Nugent, che la trasformò completamente secondo il gusto neoclassico dell’epoca, la villa è stata attualmente ristrutturata ed adibita ad elegante albergo – ristorante con ogni comfort dal titolare Ing. Corrado Ferlaino, amministrata da Raffaele Russo e con direttore generale Ciro Pane. A dirigere le operazioni di accoglienza ospiti e dell’impeccabile servizio di sala ha provveduto il Manager Banqueting & Restaurant della struttura Dario Duro, offrendo ai convenuti un servizio di prim’ordine, con l’eleganza che la location richiede e con il bon ton e la bienséances, che l’Amira insegna e richiede operativa ai suoi associati, e di questo il Duro ne è l’emblema. Il tutto anche con il contributo e gran servizio dato dagli altri perni dell’accoglienza della struttura il maître Geatano Crispano, coadiuvato da Giovanni Iannuzzi giovane promessa dell’Amira insieme allo staff di sala e di cucina. Apprezzatissima la cucina elaborata da Vincenzo Russo, executive chef della casa. Il menù è partito con una fantasia di cocktail – finger food, passando poi ai tavoli con Asticelle di pasta fresca con vongole e fiori di zucchino, accompagnati da spumante Aphros. A questo primo ha fatto seguito il secondo costituito da: filetto di cernia su lettino di patate e pomodorino del piennolo, accompagnato da insalatina di rinforzo della tradizione, abbinato a Pompeiano rosato frizzante. La squisita cena è proseguita con una trilogia di dolci natalizi, sui quali è stato poggiato “I cappucci lambiccato”. Caffè e After Dinner “Bonaventura Maschio” hanno terminato l’incontro conviviale.

Anche l’attore Vincenzo Soriano, invitato alla serata, non ha voluto far mancare la sua presenza ed ha raccolto, già prima dell’affettuosa presentazione fatta da Di Sandro, le simpatie dei presenti che l’hanno riconosciuto per averlo visto in Tv ne “La nuova squadra 3”e, quasi a voler mostrare il suo ruolo decisamente cambiato rispetto a precedenti film interpretati, con una veste che nel suo ultimo lavoro “Impepata di Nozze” del quale è già visibile l’anteprima trailer per cinema You Tube, su internet, digitando il link: http://www.youtube.com/watch?v=mdDeRNHzG1Y, lo vede brioso e pien di verve, nel suo intervento ha mostrato anche il suo verso scherzoso con simpatiche battute. La fiduciaria campana dell’Aibes ha subito chiamato Soriano e lo ha voluto al suo fianco anche per una massima trasparenza nell’estrazione dei numeri della lotteria organizzata per la serata, in virtù dell’impegno che l’attore conduce nella sua vita per il prodigarsi con l’assistenza a dodici bambini abbandonati in attesa di affidamento. Soriano, con grande spirito solidale, ha accettato di estrarre i numeri che in un secchiello la barlady Paola Montanaro mischiando di continuo gli porgeva, il tutto fra gli applausi che i presenti in sala gli dedicavano. Oltre questi momenti simpatici come dicevamo Anna Di Sandro non ha voluto far mancare nulla che potesse rendere l’incontro vivo ed interessante e ad allietare la serata ha organizzato momenti musicali con il gruppo orchestrale “Musica hotel” di Lello Pugliese che sono stati ampiamente graditi dai presenti. Fra i tanti soci che hanno aderito all’invito del loro nuovo fiduciario c’erano l’ex fiduciario Francesco Reder, Nino Giordano che ha ricoperto negli anni addietro, lo stesso incarico di fiduciario della sezione Campania e Alfonso Cascella che è stato oltre che consigliere nazionale per più di un mandato anche vice presidente nazionale ed addetto stampa dell’Aibes per la nostra regione. Altra barlady da citare è anche Giovanna Paduano, che senza voler far torto ad altri soci che meriterebbero di essere menzionati, ma lo spazio non ce lo consente, per la simpatica esperta dell’F&b che dirige il Kobe, noto locale dei fratelli Cannavaro a Pompei, il ricordarla è d’obbligo per la bella immagine che con la sua cultura, la sua professionalità e savoire faire intriso a dolcezza e cortesia da tempo dona all’Associazione della quale si onora di essere socia. La serata ha avuto anche una ulteriore svolta di successo perchè in altra sala del “Parkhotel Miglio d’Oro”l’”Associazione Italiana Sommelier” con il suo fiduciario per i comuni vesuviani Pasquale Brillante aveva radunato i suoi soci per analogo motivo di auguri per le festività e questo non ha mancato a fine delle due cene di invitare la consorella Aibes e suoi invitati a fare un brindisi comunitario di grande fratellanza. Il momento vissuto, avendo anche la presenza del Cav. Giuseppe Di Napoli fiduciario della sezione napoletana dell’Amira e di Alberto Alovisi presidente campano dell’Associazione Direttori d’Albergo, si è reso suggestivo per le speranze di un lavoro comune di tutti che ci si è augurato possano portare grandi successi all’Italia intera. A dare sostegno all’opera della sezione campana sono intervenuti i soci sostenitori Aibes: Davide Campari, Bonaventura Maschio,Toschi, F.lli Branca, Luxardo, Martini&Rossi, Velier ed ancora un nutrito numero si aziende in campo locale, mentre la tipografia artigianale “lorodinapoli” ha omaggiato la serata con alberelli di Natale.Per il servizio sommelier ai tavoli hanno offerto il loro contributo l’E.FO.P.A.S. –Ente Formazione Professionale Arti e Scienze e per l’accoglienza l’Istituto Professionale Vittorio Veneto di Napoli.

 

Giuseppe De Girolamo