LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA UNA TONNELLATA DI PRODOTTI ITTICI FUORILEGGE

0

I militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Salerno, su disposizione del Reparto Operativo Aeronavale di Napoli e d’intesa con il locale Comando Provinciale, hanno intensificato i controlli sulla detenzione e commercializzazione dei prodotti ittici alimentari; con l’approssimarsi delle festività natalizie, infatti, l’aumento dei consumi di tali prodotti induce taluni operatori del settore ad immettere sul mercato prodotti potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori.

 

I controlli, che sono stati effettuati fra il 20 ed il 22, hanno riguardato diversi esercizi commerciali nelle zone della Costiera Amalfitana e dell’Agro-Nocerino, nelle quali i proprietari detenevano kg. 900 di prodotti ittici di dubbia provenienza; i prodotti venivano sottoposti a sequestro,attesa la mancanza di documentazione che ne attestasse la provenienza.

 

In una pescheria sono stati trovati prodotti ittici congelatidallo stesso proprietario pronti ad essere venduti nel periodo natalizio come pesce fresco.

 

In un altro esercizio, era stato allestito un centro di lavorazione di mitili completamente privo delle prescritte autorizzazioni che veniva sottoposto a sequestro; il proprietario dell’esercizio, inoltre, aveva preparato per la vendita, delle vaschette di plastica contenenti prodotti ittici marinati di dubbia provenienza.

 

I responsabili, P.G. di anni 19 originario di Sarno, M.F. di anni 40 originario di Sant’Arpino (CE), A.S. di anni 23 originario di S. Egidio del Monte Albino (SA), D.L.C. di anni 44 originario di Atrani (SA), A.A. di anni 71 originario di Gragnano (NA) e B.G. di anni 49 originario di Castellammare di Stabia, sono stati segnalati alla competente Autorità Sanitaria per aver violato le norme vigenti in materia di etichettatura e tracciabilità dei prodotti.

 

In un grosso centro commerciale di Cava dè Tirreni, infine, è stato sequestrato un quintale di prodotti ittici ritenuti, dal personale medico della competente A.S.L., in cattivo stato di conservazione. Per i responsabili, A.A. di anni 54 originario di Cava dè Tirreni oltre alla sanzione amministrativa, è scattata la denuncia all’A.G.

 

Nel complesso, sono state inflitte sanzioni amministrative pari a €.11.000,00.

 

La merce sottoposta a sequestro è stata immediatamente avviata alla distruzione, presso una ditta specializzata, con oneri a carico dei responsabili.

 

All’operazione, ha collaborato il personale veterinario dell’ASL 1 di Nocera Inferiore.