SEPPELLISCE VIVA LA FIDANZATA, LEI SI LIBERA CON L´ANELLO

0

LEEDS – Come la Sposa in Kill Bill 2 o come Lizbeth Salander nel secondo volume della Trilogia Millennium. In Gran Bretagna un uomo di origine polacca ha attaccato la fidanzata col Taser e poi l’ha sepolta viva in un bosco dello Yorkshire, chiusa in una scatola di cartone. Marcin Kasprzak è stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio da una giuria di Leeds: aveva aggredito Michelina Lewandowska, la madre di suo figlio, perchè lei lo «annoiava». La donna, che ha 27 anni, è scampata alla morte usando l’anello di fidanzamento per liberarsi e riemergere da quella che avrebbe potuto essere la sua tomba. Il raccapricciante episodio risale a maggio ed è stato ricostruito in tribunale durante il processo che oggi è arrivato a conclusione. Kasrzak, che saprà il 13 gennaio l’entità della condanna, si è difeso affermando di non aver avuto intenzione di uccidere Michelina, solo di spaventarla. «Il pensiero di mio figlio mi ha dato la forza di salvarmi», ha detto la giovane in una dichiarazione letta fuori dall’aula: «Temevo che sarei morta in quella scatola o che, se fossi mai riuscita a uscire, lui sarebbe stato lì ad aspettarmi». Marcin, di due anni più giovane di lei, l’aveva legata e imbavagliata, poi aveva chiuso lo scatolone con il nastro adesivo ricoprendo poi la ‘barà improvvisata con dieci centimetri di terriccio e rami di alberi. Sia Marcin che Michelina erano emigrati dalla Polonia in Gran Bretagna in cerca di lavoro. «L’ho amato per anni. Ma dopo questo orribile episodio i miei sentimenti nei suoi confronti sono solo di odio», ha detto lei: «Ogni notte mi sogno che tornerà per uccidermi. Spero solo che capisca quel che ha fatto e capisca che era molto sbagliato». La sepolta viva è un tema ricorrente nella letteratura dell’horror. In La ragazza che giocava col fuoco di Steig Larsson, Lisbeth Salander viene sepolta dal perfido padre Zalachenko che la crede morta, mentre in realtà è ancora viva. Ancor più simile alla sorte di Michelina è quello di Uma Thurman in Kill Bill 2. Prima di seppellire viva la Sposa in una bara di legno, Budd la fa svegliare, in modo che possa soffrire fino alla morte, concedendole solo una torcia, ‘meritata’ per aver spezzato il cuore di suo fratello Bill (David Carradine). La Sposa anche in questo caso si salva grazie agli insegnamenti del maestro di arti marziali Pai Mei.

FONTE LEGGO