Presepe Vivente, la benedizione dell’arcivescovo Schettino

0

Bellona (di Anna Aurilio) – La macchina organizzativa per quello che si annuncia come il grande evento delle feste di Natale, è già in corsa da alcune settimane, guidata dall’IAC “Dante Alighieri”, retto dal Dirigente Scolastico Luca Antropoli, e con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale targata Giancarlo Della Cioppa, la cui delega per il raccordo tra le due istituzioni è di appannaggio a Domenico Valeriani, consigliere delegato ai Grandi Eventi. Oltre 300 figuranti, guide e servizio d’ordine fanno da corona alle decine di organizzatori che compongono l’esercito di volontari che renderanno possibile uno degli eventi più riusciti degli ultimi anni. Tante le associazioni coinvolte e tante quelle che hanno aderito alla proposta. Significativa è la collaborazione della Struttura Intermedia Residenziale“SIR Monticello”, posta sotto la responsabilità del dott. Aldo Mariano, direttore dell’Unità Operativa di Salute Mentale di Capua, che quest’anno sarà presente anche con un banco di lavori in terracotta, realizzati dai suoi ospiti. E poi, ancora, il totale coinvolgimento della Comunità Ecclesiale con Monsignor Antonio Iodice e la particolare benedizione dell’arcivescovo Bruno Schettino; la Protezione Civile, presieduta da Francesco Graziano; la Polizia Municipale con il suo comandante Giovanni Salerno. Massiccia la partecipazione delle famiglie, soprattutto delle mamme degli alunni che si stanno organizzando per una serie di attività gastronomiche, con la degustazione anche di piatti tipici. Oltre ogni più rosea attesa il coinvolgimento degli abitanti di Bellona, soprattutto di Via Gaetano Rossi e di Vicolo Angelo Della Cioppa, nell’impresa di trasportare in epoca romana ed in Palestina il borgo antico tra fabbri, scribi, cavalli, asini, soldati romani, pastori, panettieri e angioletti. E poi ancora più coinvolgente sarà il quadro della Natività. Quest’anno San Giuseppe sarà interpretato da Luca Natale della classe IIIA, la Madonna è Carmen Cipriano della IIIC, Erode è Davide Salerno della IIIA. Dunque, una storia con un canovaccio che è quello della seconda edizione, anche se è cambiato l’ingresso dei visitatori che accederanno dal Vicolo Della Cioppa direttamente in Via Sorrentino. E’ per questo che si consiglia ai visitatori il parcheggio di Piazza Carusone. Il percorso terminerà alla fine di Via Rossi, dove ci sarà appunto la Natività. Inoltre, tra le novità più significative, il coinvolgimento delle famose Pizzerie di Bellona attraverso la proposta di un ticket-sconto da consegnare ai visitatori censiti che concluderanno la serata in uno dei locali aderenti all’iniziativa, un’idea che si sta concretizzando proprio in queste ultime battute. Dunque, un evento che oltre a rivestire particolare rilevanza per l’intrattenimento e l’ospitalità, costituisce anche un importante richiamo turistico per l’intera cittadina.

Lascia una risposta