Sorrento, Gennaro Ruotolo si presenta

0

Il neoallenatore: “A me piace partecipare ma ho la voglia di vincere”


 

SORRENTO – La voglia di quel ragazzino che crebbe nelle giovanili del Sorrento negli anni ’80 non gli si è mai appassita e non  solo lo dimostra nella conferenza stampa della sua presentazione, ma la vuole anche trasmettere ai suoi giocatori. La forte pioggia caduta qualche ora prima fa da sfondo alla presentazione di un personaggio che in costiera ha vissuto una parte importante della sua carriera, iniziata con la maglia rossonera dapprima nelle giovanili e poi nel 1984 esordì in Serie C2.

 

LA CARRIERA DA CALCIATORE – In quel primo anno le sue presenze furono poche ma significative e contribuì alla promozione della squadra della costiera nella categoria superiore nel 1984-85. Al suo secondo anno in prima squadra ne divenne il titolare e poi andò all’Arezzo, da li la sua carriera da calciatore culminò con l’arrivo ai grifoni genoani, dove restò per quattordici anni, vantando fino ad oggi il record assoluto di presenze con la casacca genovese, ben 444, condite da 35 reti complessive. Contribuendo anche alla storica qualificazione della squadra della lanterna nella Coppa Uefa, arrivando l’anno successivo alle semifinali dove fu eliminata dall’Ajax. Poi nel 2002 passò al Livorno, ma dovette fare la panchina, così optò per un’esperienza in Arabia saudita con l’Al-Ittihad, le cose non andarono per il verso giusto e ritornò a Livorno. Resta con gli amaranto fino al 2006-07, poi rimette piede in costiera all’età di quarant’anni e contribuisce alla promozione dei rossoneri alla Serie C1. Dopo nel dicembre 2007 lascia per non avere più stimoli e va al giocare a Massa Lubrense e nell’estate del 2008 torna tra i labronici in veste di allenatore in seconda.

 

CARRIERA DA ALLENATORE – E da qui inizia la sua carriera in panchina che lo porterà dapprima su quella livornese nella stagione 2009-10 in Serie A, ma la sua deroga non fu accolta dalla FIGC, assieme a Russo,  e poi nel giugno 2010 viene ingaggiato dal Savona in 2^ Divisione. Ma viene esonerato per gli scarsi risultati ottenuti il 2 novembre, ed oggi eccolo sulla panchina rossonera con tutto l’entusiasmo con il quale si è presentato nella sala stampa dello stadio ‘Italia’.

 

L’INTERVISTA – Con al fianco sia il direttore sportivo Salvatore Avallone che quello generale Diodato Scala, si va subito al sodo e lui risponde senza esitazioni. Quello che interessa sono sia il suo modulo di gioco che gli obiettivi. “I moduli non sono la cosa importante –dice mettendo i piedi avanti-, quella più importante è come affronteranno la partita. Però dico che a me piace il 4-3-1-2, ma si vedrà a seconda delle situazioni”. Sugli obiettivi è categorico perché “restano per forza gli stessi, guai se non c’è li prefissiamo e su di essi dobbiamo lavorare. Perciò a me piace partecipare ma ho voglia di vincere”.  E subito lo aspetta un incontro non facile contro il Pisa, ma dopo avergli ricordato che essa è un’antagonista nei derby dei labronici, egli non altera i toni anzi dice per me “le partite vanno tutte affrontate allo stesso modo”. Il suo impatto con la squadra “è stato ottimo, l’ho vista che vuole migliorare ed io le darò la mia impronta. L’ho vista giocare in due o tre partite e Sarri ha attuato un lavoro importante. Dobbiamo dare sempre continuità, cercare di migliorarsi e di affrontare le gare con la grinta”. Una cosa mette bene in luce sui giocatori che sono arrivati in estate, che “io non devo valutare chi è venuto, ma loro sono a disposizione della società e di tutti. La maglia va conquistata sul campo e durante la settimana. Chi si sente già la maglia addosso sbaglia”. Chiaro, semplice e conciso. Come lo è alla domanda se si acquisterà qualcosa sul mercato di gennaio: “Io sono arrivato solo ieri sera (13 dicembre) e devo ancora vedere. Noi valuteremo e poi decideremo”. Sul suo secondo in panchina dice che “arriverà perché quello che stava con me si è già accasato. Mi sto guardando attorno ed arriverà una persona che sta nell’ambiente”. Così si è presentato Gennaro Ruotolo, che domenica esordirà in casa contro il Pisa.

 

    http://www.emozionecalcio.it/Persone/Gennaro-Ruotolo/GennaroRuotolo.jpg         

 

    

 

 

 

GIUSEPPE SPASIANO

 

Lascia una risposta