LINEA D’OMBRA- Sull’Utilità e il danno della Storia di Roberta Basile a cura di Giovanni Cardone

0

 

Un evento patrocinato dal Comune di Napoli Assessorato alla Cultura – Fondazione Forum Universale delle Culture 2013 – Istituto Italiano per gli Studi Filosofici presso la Sala delle Carceri di Castel dell’Ovo nasce la personale d’arte contemporanea, Linea d’Ombra “Sull’Utilità e il danno della Storia” questo titolo mi ha incuriosito, poi ho capito che era un progetto che era ispirato al grande Corand mentre il sottotitolo sull’utilità e il danno della storia e di Nietzsche “Allora l’uomo dice mi ricordo e invidia la bestia che dimentica subito e vede ogni attimo morire realmente” Questo progetto che si sviluppa dall’interazione di due elementi fondamentali, la passione e la professionalità di un artista che con il suo linguaggio ha messo nudo tutta se stessa parlando di una donna ch si pone delle domande sul proprio Io o meglio dire sul Sé. La storia ha dimostrato quanto l’uomo si sia imbarbarito  e che non riesce discernere il bene dal male grazie al suo ego-centrismo che vuole dominare su tutto. Guadando i quadri della Basile, la sua caratteristica portante sono i colori ella ama giocare, dando una lettura bilaterale data dal colore fluorescente, il quale al buio darà una diversa linfa alle opere, le quali vivono di luce propria. Con la sua pittura cerca di esaminare le coscienze della massa, nel contempo di ogni singolo uomo, mediante una visione binaria globale dove ascesi e concretezze diventano i punti di unione e di forza della sua sperimentazione. Il suo progetto prevede un excursus tra i temi: filosofia, religione, Africa, così si materializzano concetti e simbologie tramite la gestualità dei segni e della tonalità cromatica, che determina un equilibrio formale dei segni sovrapposti sulla tela. Con il suo percorso artistico mette in luce tutta la cultura occidentale la quale affonda radici in una tradizione filosofica in cui possiamo trovare l’origine del problema della corporeità rispetto alla scissione tra vita psichica e vita spirituale. L’uomo possiede una parte creativa che si cela dietro i sogni e questi ultimi svelano delle parti di ognuno di noi, le più intime, quelle che noi tendiamo a mascherare per non vedere. Mentre la sua pittura sono creazioni  che fanno riflettere ovvero, vanno oltre. Ha scritto Rosi Ranieri “La grafica segnico- espressiva di Roberta Basile, viene da lei elevata una forma spirituale comunicativa. Linguaggi incisivi si stagliano così si nitidi e puliti sfondi tonali, per delinearsi nel movimento della stesura grafica, dove la potenza artistica della scrittura si equivale alla forza rappresentativa antichi valori e tradizioni. Sembrano realizzazioni di opere architettoniche realizzate dalla grafica stessa del linguaggio e della bellezza estetica espressa dal carattere segnico”.

 

 

CASTEL DELL’OVO

Dal 9 Dicembre 2011 al 7 Gennaio 2012

Tutti i giorni dalle ore 11.00- 16.30 festivi ore 11.00- 13.00

Via Partenope Borgo Marinari
Tel. 081 7954585 – 7954588
info: casteldellovo@comune.napoli.it
Come si raggiunge: con autobus 140, R3