Arrestato latitante a Castel Volturno: gestiva una piazza di spaccio a Scampia

0

Si tratta di Raffaele Engheben, 46 anni. Secondo gli investigatori è un elemento di spicco del clan Scissionisti CASERTA – Raffaele Engheben, latitante 46enne, ritenuto uomo di spicco del clan degli Scissionisti, è stato arrestato nella mattinata di oggi, mercoledì, a Castel Volturno. Engheben, per gli investigatori uomo di fiducia dei boss Arcangelo Abete e Gennaro Marino, è stato arrestato sul litorale casertano, dagli agenti del Commissariato locale, che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare del Gip del Tribunale di Napoli. L’ uomo è stato bloccato in una villetta del quartiere «Destra Volturno», affittato da una donna, C.R. di 25 anni, incensurata. Gli agenti, diretti dal commissario Davide Della Cioppa, si sono accorti della presenza del latitante ed hanno fatto irruzione nella villetta alle prime ore del giorno. Raffaele Engheben, oltre ad essere accusa di traffico di notevoli quantitativi di droga, deve rispondere di reati contro il patrimonio, evasione, contrabbando di tabacchi esteri, e detenzione illegale di armi. Secondo gli investigatori l’arrestato gestiva lo spaccio di droga nel rione delle «case celesti» a Scampia, su autorizzazione di Arcangelo Abete e Gennaro Marino, due dei vertici degli «scissionisti». Engheben è stato trasferito nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

FONTE CORRIERE DEL MEZZOGIORNO

Lascia una risposta