Crolla palco concerto Jovannotti a Trieste, muore un operaio ventenne. Guadagnava 5 euro l´ora

0

E’ di  un morto e  otto feriti il bilancio dell’incidente avvenuto intorno alle 14 all’interno del Pala Trieste, dove è crollata un’impalcatura per il concerto di Jovanotti, in programma stasera.

 

La vittima é un giovane operaio di Trieste, di 20 anni, Francesco Pinna; guadagnava cinque euro l’ora. Lo ha detto il sindaco Roberto Cosolini lasciando l’impianto dopo un breve sopralluogo. “In questo momento il primo pensiero va al povero ragazzo rimasto vittima e alla sua famiglia”, ha detto Cosolini. “Ogni commento è superfluo”, ha aggiunto spiegando che “l’incidente é avvenuto mentre stavano montando il palco e la struttura ha ceduto”. Al momento non ci sono ipotesi sulle cause. 

Sono otto gli operai travolti dall’impalcatura per il concerto di Jovanotti a Trieste che finora sono stati trasportati al Pronto Soccorso dell’ospedale Cattinara del capoluogo giuliano. Secondo quanto appreso da fonti sanitarie, tutti presentano lesioni da traumatismo, ma non sono in pericolo di vita; il più grave è stato valutato come “codice giallo”. L’Azienda sanitaria triestina ha disposto l’invio al Palasport anche di psicologi delle emergenze per assistere molti addetti che, a causa dell’incidente, sono stati colti da attacchi di pianto e di panico. Lo rende noto Azalea Promotion, che aveva organizzato la data triestina del tour del cantante.

 

Stando alle prime testimonianze, l’impalcatura si è come “accartocciata” su se stessa. Gli operai che stavano ultimando i lavori necessari per il corretto funzionamento della struttura sono stati investiti dal crollo e alcuni di essi sono rimasti incastrati tra i tubi di acciaio.

 

La struttura sportiva, situata nel rione di San Sabba, adiacente allo stadio “Nereo Rocco”, è stata transennata e posta sotto sequestro. Le forze dell’ordine stanno tenendo a distanza giornalisti e operatori televisivi, in attesa dell’arrivo del magistrato di turno. Dagli ingressi del palasport è visibile l’impalcatura, quasi completata e ripiegata in avanti.

 

Sarebbe stata la caduta in avanti dei due pilastri anteriori a causare il cedimento del palco per il concerto di Jovanotti, nel Palasport di Trieste, che ha causato la morte di un operaio e il ferimento di altri 12. Nel palazzetto è giunto il medico legale, Fulvio Costantinides, assieme agli operatori del 118 e ai Vigili del Fuoco che stanno compiendo le operazioni di verifica sulla struttura. Secondo quanto si è appreso, due dei feriti sarebbero in condizioni gravi.

 

E’ stato ufficialmente annullato il previsto concerto odierno di Jovanotti al palasport di Trieste

Fonte ANSA