Sorrento: In azione la gang dei cantieri, trafugati attrezzi per decine di migliaia di euro.

0

Sorrento: Furti nei cantieri edili, un affare da decine di migliaia di euro.

di Vincenzo Maresca.

Sorrento. Ondata di furti sui cantieri edili sul territorio della penisola sorrentina con

imprese e committenti che anche in pieno giorno sono stati visitati da gang organizzate che in un batter d’occhio fanno sparire costosi attrezzi e materiali per un giro di affari di decine di migliaia di euro. Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri della compagnia di Sorrento coordinati dal capitano Leonardo Colasuonno dopo l’ultimo furto avvenuto in un cantiere di Meta di Sorrento dove nel primo pomeriggio sono stati rubati attrezzi e martelli pneumatici custoditi in un apposito locale mentre gli operai erano regolarmente impegnati ad eseguire lavori su una impalcatura che cinge un fabbricato di via Angelo Cosenza. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Piano di Sorrento diretti dal maresciallo Daniele De Marini che dopo avere eseguito i rilievi del caso hanno avviato le indagini supportati dalla compagnia dell’Arma di Sorrento. I furti avvengono anche in pieno giorno con una gang organizzata che oltre ai cantieri edili prende di mira anche furgoni adibiti al trasporto di materiali elettrici ed altro lasciati momentaneamente incustoditi nell’arco di tempo necessario per il carico e lo scarico della merce, senza disdegnare rame e materiali elettrici che le ditte custodiscono in depositi e capannoni. La refurtiva sta fruttando decine di migliaia di euro con attrezzi e materiali trafugati destinati in seguito al mercato nero nell’hinterland stabiese e napoletano dopo che sulle apparecchiature sono stati abrasi i numeri di matricola di identificazione. Sulla base di una prima ricostruzione la gang che da tempo opera sul territorio della costiera appare tutt’altro che improvvisata. I componenti agiscono con un modus operandi ben collaudato dopo avere spiato i cantieri da depredare ed entrando in azione negli orari in cui è possibile agire con naturalezza ed indisturbati, saccheggiando cantieri edili, depositi e capannoni anche mentre gli operai sono al lavoro. Altri furti avvengono nel fine settimana quando i cantieri sono chiusi, gli ultimi si stanno verificando proprio durante questo lungo ponte dell’Immacolata. Cresce intanto l’allarme fra le imprese edili che spesso nel contesto degli appalti sono costrette ad installare impianti di videosorveglianza. La consumata perizia della gang sta causando infatti danni ingenti in una attività illecita che da un lato espone i ladri a grossi rischi ma dall’altro assicura ingenti guadagni.