Viabilità: chiusa per frana la statale Amalfitana tra Vietri e Cetara. Senso unico alternato

0

A causa di una frana, e’ stata chiusa provvisoriamente al traffico, chiusura poi diventata a senso unico alternato, in entrambe le direzioni la strada statale 163 ”Amalfitana”, tra i comuni di Vietri sul Mare e Cetara sulla costa d’ Amalfi in direzione Salerno . Un smottamento mette in ginocchio la viabilitá sulla Statale amalfitana.

Pochi detriti, franati nella notte tra sabato e domenica sulla sede stradale, al chilometro 48,500, nel territorio comunale di Vietri sul Mare, hanno avuto il potere di bloccare il traffico sulla 163 per gran parte della giornata di ieri. 
• Perché, dopo il sopralluogo dei responsabili dell’Anas, e senza che fosse effettuata un’ispezione approfondita del costone roccioso (appartenente ad un privato), per appurare se, effettivamente, vi fosse o meno il pericolo di ulteriori crolli, è stato deciso improvvisamente, e senza nessun preavviso, di chiudere la principale arteria della Divina. 
• Insomma un provvedimento “pilatesco”, che sa tanto di scarico delle responsabilitá, come sempre più spesso sta accadendo in casi del genere, in particolar modo in Costiera, in attesa delle eventuali e successive verifiche. E che non vi fossero pericoli “incombenti” tali da giustificare un rimedio così estremo (la parete rocciosa incriminata era giá ingabbiata con le reti paramassi) lo testimonia anche la circostanza che la strada, nel tardo pomeriggio di ieri (alle 18.30) è stata riaperta a senso unico alternato, con il passaggio delle vetture regolato da un impianto semaforico, come richiesto a gran voce dai primi cittadini della Divina. 
• Nel frattempo, a pagarne per intero le conseguenze e a sopportare i tantissimi disagi è stata, come sempre, solo ed esclusivamente l’utenza. Tant’è che gran parte degli automobilisti che, ieri mattina, si sono trovati in coda proprio nel momento in cui è scattata l’ordinanza di chiusura, hanno protestato vivacemente e, la loro “ribellione” ha fatto sì che fosse deciso, per motivi di ordine pubblico, di far transitare, giusto per qualche minuto, le auto che, da qualche ora, erano in attesa. 
• A cercare di trovare un compromesso è stato, soprattutto il sindaco di Cetara, Secondo Squizzato, che si è precipitato sul luogo in cui è avvento lo smottamento e ha tentato di mediare con i responsabili dell’Anas, per far liberare immediatamente la carreggiata dai detriti che erano terminati sulla striscia di asfalto e permettere, in questo modo, che fosse ristabilita la normale circolazione. Ma tutto è stato inutile e, così, per buona parte di domenica, il comprensorio amalfitano è rimasto praticamente isolato, in quanto nemmeno la Sita ha organizzato, come avrebbe dovuto, corse suppletive. La societá di trasporti, infatti, ha annullato le corse e non ha previsto nessun collegamento con Salerno, attraverso il Valico di Chiunzi. Molte persone, a causa dello stop dei bus, si sono trovate praticamente imprigionate, e hanno dovuto organizzarsi con mezzi di fortuna, oppure chiedere un “passaggio” a parenti ed amici per far rientro a casa.
Gaetano de Stefano