Il regalo di Natale del Sindaco Cinque e della Soprintendenza ai cittadini di Vico

0

Il regalo di Natale del Sindaco Cinque e della Soprintendenza ai cittadini di Vico di

Franco Cuomo

La partita si è chiusa! Il sindaco Gennaro Cinque con il supporto fornitogli dalla Soprintendenza regalerà a Natale ai cittadini di Vico Equense sette belle antenne nuove sul torrino della vecchia Casa Comunale. Il Sindaco e la Soprintendenza hanno pensato che siccome i cittadini di Vico Equense sono stati buoni, meritavano un regalo più consistente e, invece delle tre che già c’erano, ne hanno voluto regalare sette. A nulla sono valse le proteste di pochi cittadini cattivi che hanno raccolto firme, hanno fatto sentire la loro opinione diversa insieme ad associazioni; la cattiveria di quei cittadini è stata sconfitta dalla magnanimità di Gennaro Cinque e dall’amore del bello praticato da anni dalla Soprintendenza sul territorio di Vico Equense. Insieme   hanno voluto premiare tutti gli altri, e a ben veder, tutti i cittadini di Vico Equense se lo meritano questo bel pacco di Natale che brucerà loro sia capelli che le cervella. Come è possibile – si sarà chiesto il Sindaco Babbo Natale – che questo sparuto gruppo di cittadini cattivi non ha compreso questo dono? Come è possibile che a questi cattivi sia sfuggita l’importante utilità sociale di  sistemare sette antenne di telefonia mobile nel cuore del paese, tra scuole, case ed uffici? Come è possibile che questi indisciplinati cittadini non abbiano compreso gli interventi volti al miglioramento dell’estetica architettonica, consigliati dalla Soprintendenza? L’ultimo atto di questo dono confezionato da Babbo Natale Sindaco, è stato regalato dalla Soprintendenza, che come la Befana – per restare in clima natalizio – ha rilasciato il suo parere favorevole ad un’opera così rilevante. C’è da dire che la Soprintendenza non è nuova a questi pareri; da anni è ormai impegnata a diffondere e salvaguardare il bello ed il paesaggio in tutte le sue forme, in Costiera Sorrentina. E’ grazie ad essa che e stato possibile erigere meravigliose muraglie di cemento armato  nella piana di Seiano, e ancora grazie ad essa far gareggiare in bellezza, splendidi box auto in cemento armato accanto a Chiese settecentesche come quella del Bottiglieri nella piazzetta di Seiano o in luoghi dove una volta si estendevano inutili e patetici agrumeti. Dunque la partita è chiusa! I cattivi e indisciplinati cittadini, sono stati puniti, soprattutto isolati anche se, non ancora arresi e faranno ricorso al TAR. Resta la considerazione amara dell’ignavia del paese che si chiede perché questi temerari non riescano a comprendere che il Sindaco Babbo Natale e la Soprintendenza Befana hanno fatto tutto questo anche per il loro bene. Al Sindaco Babbo Natale allora una richiesta: tra luci e festoni, tra alberi addobbati e piste di pattinaggio aggiunga anche un bel fioccone intorno alla torre dell’orologio e sulle sette antenne. Metta tante palle colorate e lucine intermittenti in modo affiché tutti possano capire che grande regalo lui e la Soprintendenza hanno fatto alla città e ad i suoi cittadini del centro storico, quei pochi che ancora sono cattivi e che ancora pensano che quelle sette antenne bruceranno i capelli e le cervella anche di tutti quelli che in silenzio sono stati a guardare ai margini: i commercianti lì intorno, gli storici locali e gli avvocati, i medici, insomma tutti gli altri che se ne sono stati buoni buoni.