Convento di san Nicola a Minori e castello Thoro Plano a Maiori

0

San Nicola fu vescovo di Myra in Licia (l’attuale Turchia). Famoso anche al di fuori della Chiesa cattolica, la sua figura ha dato origine a Santa Klaus/Babbo Natale. Impegnò il suo patrimonio a favore dei bisognosi. Le sue spoglie furono contese da baresi e veneziani. Sotto il patronato di san Nicola, oltre Bari, sono Sint Niklaas in Belgio, e un centinaio di Comuni sparsi in tutta Italia; in provincia di Salerno sono Alfano, Bosco, Controne, Gioi, Novi Velia, Postiglione, Sant’Egidio del monte Albino. A Minori c’è un convento, sul pizzo di un monte confinante con Tramonti, dedicato a san Nicola e dove i fedeli arrivano o da Sambuco di Ravello o dall’Annunziata di Minori o da Tramonti il 1 di maggio ed i 6 di dicembre per la santa Messa, la grande ballata al suono delle tammorre e la squisita grigliata all’aria aperta. Secondo frate Vicenzo Criscuolo, storico, l’anno di fondazione del convento di san Nicola a Forcella a Minori non è molto noto. Ma già nel 1158 se ne trova traccia e in un inventario del 1204 (archivio Badia di Cava dei Tirreni) si cita una vigna della chiesa di san Nicola a Minori. Nel 1491 la chiesa fu aggregata al Capitolo di Minori dal vescovo Giovanni Battista de Contestabili (1484-1493). Comunque è stata sempre indicata come una delle chiese più antiche di Minori. A Maiori è visitabile il castello (su appuntamento) di san Nicola de Thoro Plano, che conteneva una chiesa a tre navate e che si estendeva su una superficie di 7500 kmp. Ancora a Maiori, il vallone di Erchie è chiamato “vallone di san Nicola”.

auguri di buon onomastico per il 6 di dicembre a don Nicola Mammato, coparroco di Maiori e responsabile di forania; al comm. Nicola di Lieto, pioniere dell’edilizia minorese e del turismo, patron dell’hotel Bristol di Minori e proprietario di altre strutture ricettive; a Nicola di Marino, cavese, ins. a riposo; al medico dentista Nicola Gargano; a Nicola Fiore assessore al Comune di Ravello; a Nicola Amato consigliere comunale di Ravello, a Nicola Carrano sindaco di Atrani, a Nicolò Favuzza ins. di italiano e storia all’ITT di Minori, alla dott.ssa Nicoletta Civale, alla sig.ra Nicoletta d’Auria Amatino, al pasticciere Nicola Gambardella, a Nicola Gambardella fotografo proferssionista amalfitano, al neo pen sionato amalfitano  Nicola Castello, a Nicola Polverino della cooperativa Minori 2000, a Nicola Acampora ex dell’hotellerie ed ex collaboratore scolastico, ex della RCA; al dott. commercialista Nicola Scocca, amalfitano residente a Minori.