La Gelbison contro il Nissa in piena emergenza

0

A Caltanissetta contro il Nissa per vincere e non fermare una corsa che da quattro domeniche a questa parte sta portando soddisfazioni a non finire al pubblico vallese. E’ questo l’intento della Gelbison che però mai come questa domenica si trova a dover contrastare oltre gli avversari anche l’emergenza causata da infortuni e squalifiche. “Andiamo in Sicilia – spiega il mister Pasquale Santosuosso – per fare bene anche se saremmo costretti a impiegare numerosi under”. Infatti alle assenze per squalifica di Francesco Sica e Luca Pecora, si potrebbe aggiungere quella di Antonino Amarante che risente di un problema al polpaccio. “Sono tre calciatori fondamentali – aggiunge il tecnico agropolese – per i nostri schemi e soprattutto tre titolari di cui è difficile fare a meno”. A chi può pensare che dopo tutte queste partite di imbattibilità ci possa essere un calo di tensione nella squadra, Santosuosso risponde per le rime: “Calo di tensione? Non penso proprio. – dice il tecnico – Andiamo in Sicilia con una squadra figlia dell’emergenza e sicuramente chi scende in campo sa di dover lottare perché come compagine viaggiamo sempre sul filo dell’equilibrio della vittoria e della sconfitta e dobbiamo noi essere bravi a pendere sempre dalla parte giusta”. La formazione che Santosuosso dovrebbe schierare dall’inizio vede tra i pali Spicuzza, la linea difensiva a quattro composta da Fariello, Melcarne, Pascuccio e Braca (in questo caso capitano per l’assenza di Sica), a centrocampo di sicuro Borsa (su cui grava la diffida) e Tulimieri poi il classe ’94 Grimaudo se manca Amarante e il classe ’93 Manganelli al posto di Pecora. In attacco partner di Senè dovrebbe essere Ferraioli che così fa il suo esordio da titolare con la maglia della Gelbison dopo che nella prima apparizione da subentrante è stato squalificato per quattro giornate per via di un battibecco al termine della partita contro il Valle Grecanica. “Il Nissa di sicuro non ci vorrà lasciare spazio – ragiona Santosuosso – perché hanno fame di punti e così dovremmo essere noi pazienti e determinati a riuscire a scovare i loro punti deboli. Vogliamo continuare a mantenere il passo da squadra importante che stiamo tenendo nelle ultime apparizioni”. Santosuosso fa un riferimento anche al mercato prossimo venturo: “Abbiamo una rosa esigua – afferma – che andrà rinforzata per raggiungere la salvezza. Siamo già d’accordo con il presidente e di sicuro qualcosa faremo”. Mentre sul caso Manzillo che è stato inserito, su sua richiesta, nella lista di trasferimento precisa: “Ha sempre giocato e ha fatto la sua parte, ma se qualcuno non è felice di restare con noi allora è giusto che vada via. Mantenerlo a Vallo della Lucania con le corde sarebbe un errore”.