IN AEREO CON CHAMPAGNE NELLA VALIGIA: "SONO UN SENATORE"

0

ROMA – Sei un senatore? Puoi portare lo champagne in aereo, in barba alle regole di sicurezza che costringono milioni di passeggeri a lasciare a terra liquidi e altri oggetti. Basta esibire il tesserino del Senato, ma anche quello della Camera si presume vada bene, come ha fatto il senatore del Pd Antonio Rusconi, al varco dei controlli dell’aeroporto di Fiumicino. L’onorevole è riuscito nell’impresa che a qualsiasi cittadino “normale”, o forse sarebbe meglio dire non privilegiato, sarebbe risultata impossibile: portare un liquido in aereo, per giunta in una bottiglia di vetro.

“La bottiglia aveva un valore affettivo”, si è difeso l’onorevole privilegiato, che era diretto a Linate. Il “valore affettivo” deriverebbe dal fatto che la bottiglia in oggetto è un regalo della senatrice Donaggio, guarita da una brutta malattia. “Accidenti magari ho fatto una stupidaggine, una superficialità. Sì, dicamo pure che sono un superficiale, ma privilegiato no”, continua in discolpa il senatore. Quindi la prossima volta, in aeroporto, portatevi pure ciò che volete e dichiarate che ha un forte valore affettivo. Ah… non dimenticatevi il tesserino del Senato. Sempre che ce l’abbiate, s’intende.

 

fonte:leggo