In Consiglio comunale si invertono i ruoli: la minoranza propone e la maggioranza boccia

0

Il gruppo consiliare di minoranza di “In primo…Piano” si era presentato alla seduta di Consiglio comunale tenutasi giovedì scorso con una interessante “dote” di ben tre mozioni ed un ordine del giorno, anzi era stato proprio lo schieramento guidato da Gianni Iaccarino a promuovere la convocazione del civico consesso, tuttavia la maggioranza ancora una volta ha fatto quadrato ed ha respinto tutte le proposte.

In particolare le tre mozioni avevano per oggetto: la prima la promozione, di concerto con gli altri Comuni della Penisola sorrentina di un grande evento da chiamarsi “Incontri Internazionali della Penisola sorrentina”, la seconda la promozione di un Centro commerciale naturale e la terza l’adesione alla c.d. “Carta di Matera”, mentre l’ordine del giorno verteva sulle linee di indirizzo da adottarsi per la predisposizione dello Statuto dell’Unione dei Comuni.

“Onestamente siamo molto delusi dal comportamento della maggioranza – ha dichiarato il rappresentante di “In primo…Piano” Gianni Iaccarino mi sembra quasi che si siano invertiti i ruoli. La tre mozioni erano finalizzate a dare un importante impulso ai tre settori economici cardini della nostra città, turismo, commercio ed  agricoltura, ed invece evidentemente per non darci la “soddisfazione” di aver votato tre nostre proposte hanno preferito chiudersi a riccio. L’idea di promuovere il rilancio degli “Incontri del Cinema di Sorrento” con una formula che interessasse tutti i Comuni della Penisola e che si ampliasse ad altri settori è stata apprezzata in tanti ambienti e non solo a Piano, poteva divenire quel famoso grande evento di cui davvero si sente il bisogno. Sul Centro commerciale naturale c’è poco da aggiungere, hanno detto che i commercianti di Piano non sono pronti per queste idee innovative, quasi come se fossero commercianti di serie b, ma poco importa ci faremo noi carico di coltivare questa importante iniziativa. Infine sulla “Carta di Matera”, a cui sempre più Comuni italiani stanno aderendo, non da ultimo Napoli, hanno avuto il coraggio di liquidarla come una cosa inutile, scritta anche male e poi, sempre a detta loro, anche gli addetti al settore dell’agricoltura di Piano di Sorrento non sarebbero preparati agli strumenti che in quel documento vengono proposti. Cosa altro aggiungere? Mi chiedo solo se poi commercianti, agricoltori ed anche pescatori carottesi, accusati a turno dai vari esponenti della maggioranza, nel corso della seduta del Consiglio, di non essere al passo con i tempi quando si tratta di chieder loro i voti diventano per magia adeguati!”

Destino diverso, infine, ha avuto l’ordine del giorno sull’Unione dei Comuni, la minoranza lo ha ritirato dietro l’impegno formale da parte del Sindaco di presentare le osservazioni contenute al prossimo tavolo dei Sindaci della Penisola sorrentina.

“Il Sindaco in particolare – ha concluso il capogruppo Gianni Iaccarino ha dimostrato ancora una volta la sua insofferenza nei confronti della nostra attività consiliare ed in particolare nei confronti delle mozioni che sono e restano un importante strumento di impulso per tutti i consiglieri comunali, e sottolineo tutti, non solo quelli di opposizione è in Consiglio che ci confronta e si discute democraticamente, non nelle stanze private”.