Positano strada interrotta per Piano di Sorrento, i lavori continuano sul fronte incendio. Week end con strada aperta

0

Continuano i lavori sul costone che sovrasta la strada statale amalfitana 163 nel territorio di Piano di Sorrento in provincia di Napoli, ma per il week end la strada dovrebbe essere aperta. Mercoledì 29 novembre un’altra giornata con chiusure integrali della strada rotabile, a fasce orarie di circa 30/40 minuti, per il disgaggio di massi. La strada è oramai interrotta, anche se solo per il transito pubblico, dal versante di Positano dal 26 ottobre 2011 a causa del distacco di tre massi di modeste proporzioni, nella proprietà degli eredi Colonna, da tre metri dalla sede stradale tenuta dall’Anas.

Per più di un mese la principale arteria che collega la costiera amalfitana con la penisola sorrentina è rimasta interrotta poi, in coincidenza con l’intervento annunciato del Genio Civile della Regione Campania in danno all’Anas, si è sviluppato un incendio fortuito che ha provocato la caduta di pietrame. Ed è per questo incendio che dal 29 si inizia un nuovo intervento che comporterà una chiusura, non ancora definita, dalle 9 alle 17 circa, a fasce orarie di 30/40 minuti,  con un intermezzo approssimativo alle ore 13/14, per gli studenti. Il consiglio è muoversi prima delle 9 e dopo le 17 per evitare blocchi o lunghe file.

“L’intervento ora è esteso nella zona interessata dall’incendio – spiega il sindaco di Positano Michele De Lucia – stiamo monitorando continuamente la cosa, per la settimana prossima dovrebbero finire. La speranza è riaprire la strada per venerdì come mi hanno promesso”.

“Sono in contatto con la Regione Campania a cui ho mandato dei solleciti – dice il Responsabile U.T.C. di Piano di Sorrento Graziano Maresca – al più presto dovrebbero sbloccarsi i lavori, in questi giorni ci sarà il monitoraggio, estendendo l’intervento precedente”.

Al momento il traffico veicolare privato procede senza particolari problemi, salvo rallentamenti sul punto della frana a causa di transenne e segnaletica, ma si passa. In ogni caso, a quanto pare, se non per il week end, per la settimana prossima potrebbe mettersi il senso unico alternato e così consentire finalmente il transito pubblico anche della SITA risolvendo il problema dei pendolari ed in particolare degli studenti.