Minori: Festa tradizionale patronale ed accensione luci di Natale

0

Con grande gaudio si annunciò al popolo trepidante il ritrovamento del Sacro Sarcofago contenente il corpo di santa Trofimena il giorno 27 novembre. E con grande partecipazione i minoresi ne festeggiano la ricorrenza. Cene e cenette un  pò dovunque, particolarmente in limoneti con case rurali da dove, dopo le dovute ed immancabili libagioni, si sparano mortaretti e fuochi artificiali. Poi tutti a Messa, dopo anche chi è rimasto a letto viene svegliato, piacevolmente, dal suono delle zampogne e della banda musicale che girano per le strade della cittadina. Un tempo, dopo la Messa mattutina (per qualcuno ancor prima), si frequentavano le cantine e le osterie per consumare o una zuppa di soffritto o un  pezzo di stocco o baccalà e patate con immancabile peperoncino incorporato, tutto innaffiato da vino rosso di Sambuco o Torello. Dopodichè tutti alle proprie occupazioni ed ai propri mestieri, in attesa del pontificale serale, che precede l’esposizione al popolo fedele nella piazza della Chiesa, dove la Santa viene accolta al suono di zampogne, alcune delle quali provenienti dall’Abruzzo. La serata di festa è conclusa dal grande falò alla spiaggia e dallo spettacolo dei fuochi a mare. Per l’occasione avverrà la cerimonia dell’accensione delle “Luci di Natale”, cui il sindaco Andrea Reale (auguri per il prossimo onomastico, di cui in altra pagina del nostro giornale) ha invitato tutti ed in special modo i ragazzi delle scuole minoresi.

gaspare apicella