Nei ricordi del Ragazzo di Jànina un secolo di avventure del popolo greco

0

 

È uscito il 15 novembre, per i tipi di Atmosphere Libri, Il ragazzo di Jànina di Leonidas Michelis, una coinvolgente e appassionante saga familiare ambientata nel secolo scorso, che abbraccia tre generazioni di storia del popolo greco. Dimostrando che questo Paese non è solo storia antica e crisi odierna: in mezzo c’è molto altro.

 

Attraverso una narrazione avvincente e affascinante, che cala immediatamente il lettore nella Jànina del 1950 (Giannina, sulle propaggini della regione dell’Epiro), Zafiris ricorda le sue personali vicende, gli affetti e gli incontri, i sogni e le delusioni, e quella che è stata la vita delle due generazioni precedenti: dagli ultimi decenni dell’occupazione dell’Epiro da parte dell’Impero Ottomano, alla liberazione di Jànina (1913), alle sconvolgenti barbarie e crudeltà perpetrate dai Turchi nei confronti delle minoranze greche dell’Asia Minore (1922), dal banditismo degli anni Trenta e dall’occupazione nazifascista alla guerra civile (1946-49). Vicende spesso riassunte nei libri di storia con la fredda contabilità delle vittime, ma che in realtà sono state vissute in ogni singolo giorno da persone che ne sono rimaste inevitabilmente segnate.

 

Poliànthi, capostipite della famiglia, è bisnonna di Zafiris e sorella di Spiros Mydas. Maestro di scuola, divenuto brigante, Spiros partecipa alla guerra di indipendenza per affrancarsi dall’Impero Ottomano. Il brigante di ieri si trasforma in un temibile vendicatore della sua gente, un capitano di ventura che, con suoi irregolari, partecipa alla liberazione della città.

Mentre Capitan Mydas sposa Amarànta, una schiava comprata al grande bazar di Jànina, Poliànthi si lega al mercante Nikolas Diamantis, da cui nascono tre femmine e un maschio. Jòsmo, la più grande delle figlie, alleva i propri figli da sola, dopo la morte del marito nel letto di un’altra donna.

Prende quindi in mano la sua attività e diventa una delle poche donne commercianti di Jànina. Così farà Sofia, sua nipote e madre di Zafiris, che aprirà una maglieria che diverrà nel tempo un fiore all’occhiello della produzione di tessuti della città.

Nulla si sa invece di Zafiris, che partirà per l’Italia, lasciando campo libero alle donne della famiglia. Forti, coraggiose e passionali, sono loro le vere protagoniste del romanzo. Apparentemente fragili, raccolgono tutte le energie per resistere alle difficoltà, ai drammi e alle persecuzioni a cui spesso il popolo greco, nel corso dei secoli, è stato sottoposto.

 

Leonidas Michelis è nato nel 1941 in Grecia, nella città di Jànina. Vive a Milano dagli anni Sessanta. Laureato in ingegneria, ha pubblicato i racconti Los claveles del aire (2007) e il romanzo L’agave di smeraldo (2009).

 

 

Il libro sarà presentato a Un libro a Milano il 27 novembre alle ore 12,00 negli spazi di Superstudio Più in Via Tortona 27 a Milano.

 

 

Ufficio stampa:

Giro di Parole – divisione di Metaphor

Tel. 02 30910986

media@girodiparole.it

 

Atmosphere libri

Via Seneca 66

00136 Roma

www.atmospherelibri.it

info@atmospherelibri.it

carlabuzza@gmail.com