UniCredit e la Camera di Commercio avviano a Salerno la Export Business School 2011

0

Salerno, 25 novembre 2011 – Sette giorni di incontri per parlare di strategie di internazionalizzazione, dell’importanza delle reti d’impresa, ma anche di contrattualistica e dei rischi dell’export, di cash management e trade finance. Così docenti universitari ed esperti di UniCredit sosterranno le aziende campane e salernitane nella sfida più importante di questi anni: quella del confronto con i mercati esteri.

 

Parte infatti a Salerno la Export Business School 2011, un percorso formativo con focus sull’internazionalizzazione d’impresa che UniCredit ha organizzato, in partnership con la Camera di Commercio di Salerno, l’Università degli Studi di Salerno e il MIP Politecnico di Milano e con il supporto di Intertrade e Polaris. Lo scopo è quello di offrire agli imprenditori strumenti e metodologie per percorrere le strade dell’export in modo efficace e competitivo.

 

Presenti all’evento Guido Arzano Presidente della Camera di Commercio di Salerno, Felice Delle Femine Responsabile dell’area territoriale Sud di UniCredit, Alfonso Siano per l’Università degli Studi di Salerno, Vincenzo Galiano Presidente di Intertrade, Demetrio Cuzzola Presidente di Polaris.

 

Gli interventi dell’Export Business School si inquadrano nell’ambito del più ampio impegno che UniCredit sta attuando in Italia con il Progetto “In-formati” per supportare la crescita consapevole dei cittadini, delle imprese e delle comunità locali attraverso l’educazione bancaria e finanziaria. “In-formati” si rivolge a diverse tipologie di partecipanti: imprese, famiglie, giovani, no profit company. Export Business School integra la valenza internazionale di UniCredit alla specificità dei territori in cui il Gruppo opera.

“Continua l’impegno di UniCredit per favorire e sviluppare il processo di internazionalizzazione delle Imprese del Sud dichiara Felice Delle Femine – con l’Export Business School di Salerno mettiamo a disposizione delle aziende un percorso formativo globale indispensabile per competere sui mercati internazionali. Ringrazio per questo la CCIAA di Salerno che ha condiviso con noi il forte impegno nel sostenere le imprese della provincia che rivestono un ruolo primario nell’economia regionale. La prossima settimana a Napoli ci sarà un’altra tappa di questo percorso verso l’internazionalizzazione, Mediterranean Taste dove buyer internazionali verranno a conoscere i prodotti delle imprese enogastronomiche del Mezzogiorno”.

“La recente Legge di Riforma e la soppressione dell’ICE – afferma Guido Arzano – hanno determinato l’assegnazione alle Camere di Commercio di un ruolo di primo livello nell’assistenza alle aziende per la loro presenza sui mercati internazionali, fornendo servizi reali che hanno consentito ad un sempre maggior numero di esse di proporsi in maniera efficace oltrefrontiera. Al fine di supportare ulteriormente il processo di apertura internazionale dell’economia salernitana e, nello stesso tempo, massimizzare l’efficacia delle azioni di promozione previste dai vari soggetti operanti sul territorio, la Camera di Commercio di Salerno, anche grazie ad Intertrade, promuove varie iniziative che vanno in questa direzione. Siamo sicuri che, con l’Export Business School, aiuteremo in maniera concreta le imprese ad essere in grado di muoversi con sempre maggiore professionalità e capacità nella complessa rete del commercio internazionale,  contribuendo a rafforzare le loro capacità sia da un punto di vista strategico che operativo.”