E. A Mario dimenticato. Scrisse "La leggenda del Piave". Asterisco con appunto di Nicola Squitieri.

0

Nota di Maurizio Vitiello – Riceviamo e, volentieri, pubblichiamo quest’efficace asterisco dell’amico e grande giornalista Nicola Squitieri su E. A. Mario dimenticato in questo frangente di celebrazioni per il 150° dell’Italia. 

 

 

L’Italia dimentica E. A. Mario a cinquant’anni dalla morte; grave omissione nel programma delle celebrazioni ufficiali per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

 

 

 

La grande macchina organizzativa delle celebrazioni ufficiali dei 150 anni dell’Unità d’Italia ha omesso di ricordare uno dei grandi  protagonisti della nostra storia patria: Ermete Giovanni Gaeta, in arte E.A. Mario, di cui, peraltro, nel 2011 ricorrono i cinquant’anni dalla morte essendo nato a Napoli nel 1884 ed ivi morto nel 1961. 

Abbiamo sentito risuonare quest’anno in più occasioni ufficiali (tra le tante quelle della rievocazione storica del treno che trasportò da Aquileia a Roma la salma del milite ignoto) le indimenticabili e struggenti note de “La leggenda del Piave”, composta nel 1916, ma non è stata organizzata alcuna degna iniziativa per ricordare, soprattutto, alle nuove generazioni la figura e l’opera di E. A. Mario, un uomo che fa parte di diritto della storia del nostro Paese. 

Si è persa cosi una importante occasione per rendere onore a colui che ha offerto un significativo contributo nel sostenere moralmente i nostri soldati durante le più drammatiche fasi della prima guerra mondiale. 

Forse saremmo ancora in tempo per ovviare a questa gravissima omissione storica e civile. 

 

Nicola Squitieri